VENEZIA

VENEZIA
PALAZZO DUCALE

mercoledì 30 luglio 2008

MINESTRONE DI PATATE PEPERONI E CAPPERI

Per me non c'è niente di più rinfrescante di un bel minestrone tiepido o freddo quando è caldo.
Ed allora mi sbizzarrisco nelle varianti.
Ho voluto rifare questa che mi è piaciuta molto.

MINESTRONE DI PATATE PEPERONI E CAPPERI CI
peperoni g 500 - patate g 500 - cipolla rossa g 80 - capperi sotto sale g 50 - basilico - finocchietto - prezzemolo - brodo vegetale - olio extravergine di oliva - sale - pepe

Sbucciate le patate, poi mondate i peperoni privandoli dei semi e della parte interna bianca, quindi tagliate entrambe le verdure a listerelle. In una pentola fate imbiondire in 2 cucchiai di olio extravergine la cipolla tritata finemente, quindi aggiungete le patate, dopo 5' i peperoni e lasciate che si insaporiscano per 3-4'. Unite un bel ciuffo di prezzemolo e di finocchietto tritati-non avendo finocchietto ho messo un trito di prezzemolo, timo, maggiorana ed origano-, g 40 di capperi dissalati, coprite con 4 mestoli di brodo vegetale, salate, pepate e cuocete per 30' a fuoco medio parzialmente coperto. Mettete nel bicchiere del frullatore g 50 di olio extravergine, g 20 di basilico, i capperi rimanenti e frullate in crema. Portate in tavola il minestrone tiepido, completandolo con la crema e qualche fogliolina di basilico.
Avendo i bimbi quest'ultima parte l'ho saltata ed ho frullato direttamente il basilico con il minestrone.

martedì 29 luglio 2008

MERLUZZO ALLA SENAPE



MERLUZZO ALLA SENAPE
500 gr merluzzo a tranci
pangrattato
1 mazzetto di prezzemolo
senape
uno spicchio di aglio
sale
Spalmare il pesce salato con la senape.
Cospargere con il pane aromatizzato con il trito di prezzemolo ed aglio.
Cuocere a 200° per 10'.
Servire con carote lesse o altro a piacere.

Buono, semplice, veloce e saporito.

FAGIOLINI AL POMODORO


Conoscete gli scampi alla busara? come si dice in dialetto?
Praticamente son fatti con il pomodoro.
Ecco..ogni volta che mia mamma fa i fagiolini così, mio papà li chiama i fagiolini alla busara e così li chiamiamo confidenzialmente.
In realtà son dei banali fagiolini al pomodoro.
FAGIOLINI AL POMODORO
Fagiolini a piacere
1 cipolla
pomodori a piacere pelati
peperoncino
sale
olio extravergine di oliva
Banalmente si prendono i fagiolini..i miei son freschi di giornata, raccolti dal campo.
Si spuntano.
Poi in una pentola capiente, si versa un filo di olio extra vergine di oliva, si mette la cipolla tritata e si fa appassire con il fuoco molto basso.
Poi ci si mettono i fagiolini e si fanno andare, sempre a fuoco basso per una 20' di minuti, nel frattempo si preparano i pomodori pelati si tagliano a fettine, si versano sui fagiolini, si mette sale e peperoncino e si fa andare a fuoco basso coperto mescolando ogni tanto fino a quando son cotti.
Senza fretta.
Tutto qui.

POMODORI JOLLY


POMODORI JOLLY di Michela
Questi pomodori io li adoro..mi risolvono antipasto, contorno, primo, tutto.
Prendete i pomodori, io uso i san Marzano, perchè sull'orto ci son quelli...ma van bene anche i costoluti o i ciliegini o quello che avete.
Io li lavo per bene li taglio a metà o a fettine.
Li cospargo con erbe a piacere, origano maggiorana, timo o erbe di provenza sale pepe e li passo in microonde al massimo per 12' -15' circa.
A piacere un filo di olio extravergine crudo sopra.
Così sono un ottimo contorno, altrimenti con un po' di grana, ci condisco la pasta.
O ancora il riso bollito con un po' di mozzarella...insomma son proprio fantastici.

SFORMATINI DI RISO

Questi secondo me sarebbero belli serviti con un bel cestino di parmigiano..che non ho fatto in tempo a fare.

SFORMATINI DI RISO CUCINA MODERNA ORO
200 gr riso per minestre
400 gr di peperoni rossi e gialli
1 mazzetto di rucola
1 cucchiaiodi pasta di acciughe
olio extra vergine di oliva
sale

Lavate i peperoni , disponeteli sulla placca del forno ed abbrustoliteli in forno a 200° per 20' circa, lasciateli intiepidire chiudi in un sacchetto dic arta, poi privateli di pelle e semi e tagliateli a dadini.
Intanto avrete fatto cuocere il riso in abbondante acqua salata, scolatelo al dente e raffreddatelo.
Stemperate la pasta di acciughe in 2 cucchiai di acqua pi unite 2 cucchiai di olio-e scusate ma secondo me ci stava bene anche il succo di mezzo limone-
mescolate per ottenere una salsa omogenea.
Riunite riso e peperoni in una ciotola ed irrorateli con il condimento preparato poi aggiungete la rucola a striscioline.
Mescolate delicatamente e regolate di sale.
Versate il riso in 4 stampini antiaderente unti di olio e pressate bene con il dorso di un cucchiaio.
Passate gli stampini in forno già caldo a 200° er circa 10' -io 3' 30 al mo a max potenza-
Sformate con delicatezza e servire.

venerdì 25 luglio 2008

TRECCIA DI PANE



Questo bestione di treccia è il mio primo tentativo in assoluto di fare una treccia a 6 capi...tutto quel lavoro e poi è lievitato tutto e non si vede niente...sicuramente ho sbagliato qualcosa...dovevo fare la treccia più stretta..però alla fine mi pare di aver capito il metodo...ci riproverò.
La ricetta è questa con dose doppie presa da qui liberamente tratta...molto liberamente.
Mi riservo di rifare la ricetta originale.

TRECCIA BERNESE CUCINARIO
Berner Butterzopf
Ho voluto realizzare una antica ricetta svizzera del pane bianco della domenica...dal sapore dolce, dalla mollica molto morbida, avvolta da una dorata crosta. Questo o altri pani dolci simili delle regioni tedesche è il pane che circa cinque secoli fa gli Ebrei introdussero nella loro cucina, utilizzando altri ingredienti permessi dalla loro religione, che ancora accompagna il rito del Sabbath
500 g farina 0
1 bustina lievito granulare
2 cucchiaini di sale
2 cucchiaini zuccchero
70 g burro liquefatto, freddo
300 ml latte tiepido
Ho usato un lievito secco che va mescolato subito alla farina in una ciotola; ho fatto il cratere, cosparso di zucchero e sale, poi messo il burro e man mano il latte tiepido e incorporato usando una forchetta.Ho passato l'impasto sulla tavola, e ho menato energicamente con le mani per una decina di minuti, finchè non attaccava più e sentivo la pasta morbida ed elastica.Non ho lasciato riposare, ma ho diviso in tre parti, ho fatto dei grossi cordoni, li ho uniti ad un capo.Ho confezionato una lunga treccia regolare, senza addentrami nell'intreccio a 4 capi della treccia bernese, che mi confonde le idee.
Ho adagiato la treccia nella teglia da forno, riducendola alla lunghezza dovuta, l'ho coperta con un telo morbido e l'ho lasciata lievitare per almeno un'ora, non di più.Ho mescolato del tuorlo d'uovo con un cucchiaino d'acqua, sbattuto brevemente e con un pennello ho bagnato tutta la treccia.
Forno ventilato a 200° per 15 min...poi a 180° per altri 30 min.
Io ho un po' modificato la procedura
Ho fatto una biga con
360 gr farina-manitoba-
200 gr acqua
4 gr di lievito di birra
ho impastato e fatto lievitare per circa 8-10 ore a temperatura ambiente
poi ho impastato il resto degli ingredienti cioè
750 gr di farina -io ho usato manitoba-
1 cucchiaio di sale
1 cucchiaio di malto di orzo
70 gr di burro fuso freddo
70 gr di strutto fuso freddo
300 ml circa di latte tiepido -l'ho messo a filo- io l'ho usato tutto..però forse ho aggiunto anche un po' di acqua..non mi ricordo perchè son andata ad occhio.
Ho impastato.
Fatto lievitare per altre 2 -3 ore circa
Formato la treccia-40' per la cronaca- poi ho spennellato con un tuorlo sbattuto con un goccio di latte e poi ho spolverato di semi di sesamo.
Ho fatto rilievitare.
Poi ho cotto.
Ovviamente essendo un bestione di questo genere...i tempi di cottura non sono quelli son stati più lunghi..almeno 20' in più.
Anche li ad occhio ed ho cotto con una ciotola di acqua sul fondo.

FOCACCIA RIPIENA CON PETRONILLA


L'idea era di fare questa salata invece della ciambella di mele...però visto che accendevo il forno per il pane..l'ho messa in forno..
Però è talmente buona che la prossima volta la faccio in petronilla...sicuramente.
Maura sei un mito!
L'impasto è ottimo.
Ho dovuto cambiare la farcitura..non avevo i tuoi ingredienti ed allora ho messo zucchine trifolate, asiago e tonno.

FOCACCIA RIPIENA CON PETRONILLA MAURA B FORUM CI
FOCACCIA MORBIDA CON LO STRUTTO (Maura Basaglia)
Biga:
180 gr. farina Manitoba
100 acqua
2 gr. lievito di birra fresco
Impastare e lasciar lievitare circa 8 ore.
Impasto :
400 gr. farina 0
150 gr. latte intero
60-70 gr. acqua
50 gr. strutto
1/2 cucchiaio di miele
sale
Ripieno :
pancetta coppata
pate' di olive nere
quadretti di fontina
Impastare tutti gli ingredienti, aggiungendo la biga a pezzetti ed il sale per ultimo.
L'impasto deve risultare molto morbido. Lievitazione in ciotola circa 2 ore.
Stendere l'impasto in un rettangolo e farcire a piacere. Arrotolare dal lato lungo. Lasciar lievitare ancora un paio d'ore. Cottura in forno a circa 200°
Cottura con fornetto Petronilla: Imburrare bene il fornetto Petronilla e infarinare con della semola. Appoggiarci dentro con delicatezza la focaccia arrotolata. Lasciar lievitare per circa 2 ore. Mettere lo spargifiamma sul fuoco piccolo e scaldarla bene. Appoggiarci sopra il fornetto e proseguire a fiamma alta per 5 minuti, quindi abbassare a fuoco medio e proseguire per circa un'ora.

mercoledì 23 luglio 2008

PASTA CON CREMA DI PEPERONI

Avevo visto qui la crema di peperoni e non potevo non provarla..vista l'invasione in corso.
Ci ho condito la pasta..ma secondo me da sola con un crostino di pane è il massimo.
Ringrazio Giovanna e Lisa di Lost in kitchen per avermela fatta conoscere e Vi riporto qui la ricetta per comodità.

CREMA DI PEPERONI LOST IN KITCHEN
Tagliare a metà 300 g di peperoni rossi e 150 di verdi e disporli su una placca da forno, quindi passarli sotto il grill finché la pelle si abbrustolisce. Spellarli. Nel mixer riunire i peperoni, 2 spicchi d’aglio, 40 g di nocciole tostate, 2 cucchiai di aceto rosso, 50 g di pangrattato, sale, pepe e frullare versando a filo olio finché la crema non è densa e omogenea. Completare con prezzemolo tritato

COSTOLETTE ALLA PIZZAIOLA

Dalla cucina italiana..per precisione l'olio che vedete è quello rilasciato dalla carne e dal pomodoro..non è olio, non uso in queste dosi così abbondanti alcun tipo di grassi....
COSTOLETTE ALLA PIZZAIOLA da Cucina italiana spec pomodoro
Ingredienti:
4 costolette di vitello da 25o gr l'una
250 gr di pomodori
50 gr cipolla
aglio
salvia
rosmarino
origano secco
olio extra vergine di oliva
sale
pepe
Preparazione:
Rosolate le costolette a fuoco vivacissimo in un filo di olio con salvia e rosmarino 2' per parte.
In una casseruola soffriggere in 2 cucchiai di olio la cipolla tritata con 2 spicchi di aglio e trasferitevi le costolette rosolate, io l'aglio non l'ho tritato ma messo intero per poi toglierlo agevolmente.
Unite i pomodorini pelati e tagliati a dadini, un trito abbondante di origano, sale, incoperchiate e lasciar cuocere la carne a fuoco moderato per 15' poi condire con un filo di olio-io non l'ho nemmeno messo-, sale e pepe-io ho messo assieme ai pomodorini un po' di peperoncino ed ho omesso il pepe.
Servitela con il suo saporito intingolo.

VASI


Anche qui chiedo venia per le foto..le ho fatte e rifatte ma con il cellulare di meglio non riesco a fare....
Non è che i lavori siano eccezionali ma non son proprio così..bleah!







PARALUME








Scusatemi ho provato e riprovato a fotografare ma questo vi da l'idea di cosa venga fuori con il cellulare..di meglio proprio non si riesce a fare...
Almeno avete solo l'idea di quello che ho fatto..
Non è un fondo granuloso come sembra dalla foto..è scuro ed uniforme.
In attesa di foto migliori....accontentatevi e siate clementi.
Molto clementi.


PEPERONI CON CAPPERI E PANGRATTATO


Vi presento questi peperoni come contorno perchè non hanno niente di eccezionale a parte che son fatti al microonde.
Allora ho preso i peperoni e puliti di semi e membrane bianche, tagliati a listerelle e messi in una pirofila adatta al microonde con un filo di olio, li ho fatti andare diciamo per circa 12 ' non ho guardato più o meno è quello il tempo, poi ho spolverato di pangrattato ed ho messo un po' di capperi, sale, ed ho rimesso al microonde fino a quando si son appassiti.
Ho girato e servito.

BAVARESE DELICATA DI POMODORO AL PROFUMO DI BASILICO

Questa bavarese ve la consiglio proprio.
A noi è piaciuta tantissimo molto più della creme brulee di pomodoro che avevo già postato.
E' molto fresca e delicata.
Secondo me starebbe bene anche in bicchierino alternata a mozzarella a fette e spruzzata di pesto.
Anzi io l'ho presentata con un po' di pasta al pesto come si vede dalla foto.
Starebbe anche bene da sola con un po' di pane e pomodorini...insomma ci è piaciuta talmente che mi sa che la riproverò in tutte le versioni.


BAVARESE DELICATA AL PROFUMO DI BASILICO CUC MODERNA ORO
1 kg di pomodori maturi
2 dl di panna fresca
5 cucchiai di latte
1 tuorlo
1 uovo
basilico
uno spicchio di aglio
8 gr di gelatina in fogli
6 fette di pancarre' olio extravergine di oliva
sale

Scottate in acqua bollentei pomodori sbucciateli divideteli a metà eliminate i semi e l'acqua di vegetazione e tritateli grossolanamente.
Rosolate l'aglio sbucciato con 4 cucchiai di olio.
Unite i pomodori e cuocete la salsa per circa 10 minuti.
Regolate di sale, eliminate l'aglio e passate tutto al mixer.
Battete il tuorlo e l'uovo con un pizzico di sale, unite il latte, 4 cucchiai di panna e 350 gr di frullato di pomodoro.-io ne avevo 400 gr l'ho messo tutto-io il basilico l'ho messo qui prima di frullare.
Cuocete per qualche istante, mescolando con la frusta.
Ammmorbidite la gelatina-era metà confezione, ho messo un altro mezzo foglio perchè avevo aumentato il pomodoro- strizzatela ed incorporatela al composto di pomodoro.
Unite la panna montata rimasta e qualche foglia di basilico spezzettata-io l'ho messo sopra come segnalato e qui no-
Suddividete in 6 stampini piccolini da budino con i bordi scanalati bagnati e teneteli in frigo per 3-4 ore-io tutta la notte-
Servite con triangoli di pan carrè tostato e con pomodoro eventualmente rimasto oppure con cubetti di pomodori sodi conditi con olio aceto balsamico e sale.

martedì 22 luglio 2008

POMODORI RIPIENI DI RISO

Francamente non so come etichettarlo, io l'ho messo tra i primi...perchè c'è il riso, però potrebbe stare anche tra gli antipasti o tra le verdure.
O i piatti unici...è buono comunque.
Io li ho fatti così.
Ho preso 4 pomodori giganti costoluti dell'orto della mamma..sempre quelli son giganti non li ho pesati.
Saran 300 gr l'uno..vedete voi.
Li ho svuotati, eliminando il torsolo, e salvando il resto in una ciotola,
ci ho messo il riso..io son andata ad occhio perchè erano grandi che un pugnetto mi pareva poco per pomodoro..saran stati due pugnetti a pomodoro.
Ci ho messo due spicchi d'aglio schiacciati che poi ho tolto, ho aggiunto maggiorana e basilico freschi e sale e fatto marinare un paio d'ore.
I pomodori li ho salati nel frattempo ma senza girarli.
Poi li ho riempiti con la farcia togliendo l'aglio e messi in forno con il loro coperchietto per 45' circa a 180°, 5' prima della fine ho messo formaggio grana sul riso, sollevando il coperchietto.

ARTE Y PICO


Joe mi ha premiato con questo con questa motivazione
''

A MIA VOLTA ASSEGNO IL PREMIO A 5 BLOG SPLENDENTI ED ENTUSIASMANTI CHE DONANO A TUTTI COLORO CHE HANNO LA FORTUNA DI SCOPRIRLI UN PIZZICO DELLA LORO SORPRENDENTE ORIGINALITA'!''

Grazie Joe!
Come il regolamento comanda ecco a voi tutte le indicazioni:
1) Scegliere 5 blog che siano meritevoli di tale premio per creatività, design, e materiale particolare utilizzato e che diano un contributo alla comunità dei blogger indipendentemente dalla lingua2) Ogni premio assegnato deve avere il nome dell'autore e anche il collegamente al blog3) Ogni premiato deve esibire il premio e mettere il nome e il collegamento della persona che lo ha premiato4) Il premiato deve mostrare il collegamento al blog di ArteyPico5) Pubblicare le regole

Io a mia volta ringrazio ma....scusate mi sto anche io un po' stancando di tutti questi meme.
Li facciamo morire qui?
Io virtualmente li assegno a tutte voi che passate anche perchè li meritate sicuramente più di me..ma perdo troppo tempo onestamente a seguirli.. e non riesco a farlo.
Non è cattiveria è proprio mancanza materiale di tempo.
Per me premio tutte e tutti visto che passo quotidianamente a trovarvi.
Se non avessi niente da imparare non guarderei così volentieri.
Penso invece non si finisca mai di imparare.
Per ciò scusatemi ma li assegno a tutti.
Fate un po' voi.

lunedì 21 luglio 2008

FILONCINI CONDITI



E vabbè lo so...non son brava..ma chi la dura la vince.
Comunque ve li consiglio perchè son proprio buoni.

FILONCINI CONDITI CI FEB 08
X 5 pezzi
600 gr farina 0 più un po' per il piano di lavoro-io ho usato manitoba
30 gr strutto
15 gr lievito di birra-io ho usato 2 gr-
malto di grano
olio extravergine di oliva
sale
Riunite in una ciotola 400 gr di farina 0 , 250 gr di acqua e 5 gr di lievito sbriciolato.
Amalgamare gli ingredienti nella citola, poi lavoratlei su un piano di lavoro infarinato ottenendo un impasto piuttosto morbido e cedevole, se necessario aggiungete ancora acqua.
Rimettete l'imnpasto nella ciotola copritelo con la pellicola e ponetelo in frigo per 10-12 ore- io l'ho tenuto a temperatura ambiente-
Trascorso questo tempo unitevi il lievito rimanente sbriciolato-io non ho messo- lo strutto, un cucchiaino da te di malto di grano, la restante farina e lavorate tutto aggiungendo un po' alla volta 80 gr di acqua ed infine 12 gr di sale.
Impastate formando una palla e fatela lievitare coperta da un canovaccio umido finchè il volume sarà raddoppiato.
A lievitazione avvenuta, dividete in 5 parti uguali-circa 190 gr ciascuna-
Allungate ogni porzione ottenendo un filoncino, schiacciatelo un po' piegatelo in due per il lungo e fatelo rotolare per dargli la forma.
Incidere con una lametta per formare i tagli.
Io poi li ho messo a lievitare sulla lastra del forno foderata con carta forno finchè son triplicati.
Infornare in forno caldo a 220° per 30' circa-io ho messo una ciotola di acqua sul fondo.


venerdì 18 luglio 2008

QUICHE DI POMODORI

Questa gradevolissima torta salata viene da un'ospite della cucina italiana, del mese di luglio 2001, io l'ho rifatta utilizzando al posto della sfoglia che non avevo, una pasta brisèe molto brisèe fatta con lo strutto secondo questa ricetta:

PASTA BRISEE CI GEN 07
Sciogliere una presa di sale in circa 75 gr di acqua o latte.
Sfregare 150 gr burro morbido o strutto con 300 gr farina.
Unire quindi alle briciole acqua o latte, impastando fino ad ottenere una palla omogenea.
Avvolgere in pelicola e porre in frigo per 40'.


QUICHE DI POMODORI CI
250 gr pasta sfoglia
150 gr panna liquida
80 gr parmigiano
4 pomodori grossi
4 uova
prezzemolo
aglio
latte
burro x lo stampo
sale
pepe


Pelate e svuotate i pomodori, capovolgerli dopo averli salati per farli spurgare.
Sgocciolateli tagliateli a dadini e raccoglieteli in una ciotola con il formaggio grattugiato ed il prezzemolo-io ho aggiunto anche basilico e maggiorana.
Sgusciate le uova nella ciotola e mescolare, poi unire mezzo bicchiere di latte, la panna,-io ho messo 200 ml di panna e niente latte- sale e pepe.
Stendere la sfoglia in uno stampo da crostata diam cm 24.
Insaporite il composto con mezzo spicchio di aglio e versatelo nell'impasto.
Infornare a 180° per 50' controllando la cottura.
Quando sarà gonfia e ben dorata, toglietela dal forno, farla intiepidire e servire.

Ve la consiglio vivamente, molto fresca.

mercoledì 16 luglio 2008

PEPERONI RIPIENI DI MAMMA PAOLA




Questi finora sono i miei peperoni ripieni preferiti.
Sono di gran lunga i più gustosi e piacevoli che abbia mai mangiato.
Riesco a mangiarne sempre volentieri.
La ricetta è della mia mamma, non so lei dove l'abbia recuperata visto che tira fuori ricette da ogni dove , essendo una gran sperimentatrice.
Mi piace perchè è molto originale, usando ingredienti quotidiani di facile reperibilità.


PEPERONI RIPIENI MAMMA
4 peperoni -i ns verdi sono medi piccoli-
2 uova sode
1 spicchio di aglio
pangrattato
parmigiano
latte
sale
pepe
pinoli


Mondate i peperoni dopo averli tagliati nel senso della lunghezza. Preparate il ripieno tritando aglio, le due uova sode, il latte, il pangrattato, il parmigiano, sino ad avere una cremina piuttosto densa. Salare e pepare. Imbottire i peperoni.
Cuocere a 180° per 15-20 minuti


Son velocissimi..io per i peperoni che vedete ho fatto dose doppia di ripieno...son talmente veloci che ho fatto la prima dose..poi ho aggiunto la seconda mentre si scaldava il forno.

CONCHIGLIE ALLA PAESTUM



CONCHIGLIE ALLA PAESTUM
Ingredienti per 2 persone:
160 gr di conchiglie
4 zucchine-io ne ho usate 2
120 gr mozzarella
4 cucchiai di parmigiano
mezzo chilo di pomodori
2-3 rametti di basilico
1-2 spicchi di aglio schiacciato
sale
pepe
1 piccola cipolla
Tagliare le zucchine a rondelle, saltatele in padella con un filo di olio e poco sale.
In un'altra padella rosolare la cipolla tagliata a velo, unire i pomodorini, salare, portare a cottura ed unire il basilico o la maggiorana, spegnere.
Lessare la pasta in abbondante acqua salata.
Scolarla.
Mescolare a zucchine, mettere uno strato di pasta su una pirofila, cospargere di mozzarella, coprire con la pasta rimasta e con il sugo di pomodoro.
Spolverare di parmigiano grattugiato, una macinata di pepe.
Infornare a 180° per circa 20'.


PEPERONATA DI CASA

Se a casa mia, parlate di peperonata, noi intendiamo questa ricetta.
Peperonata non è perchè non utilizza solo i peperoni, diciamo potrebbe essere una caponata ma non è fritta è stufata...insomma potrei chiamarla la caponata di casa, ma per noi resterà sempre la peperonata.
Per cui...continueremo a chiamarla così.
Semplicemente si fan stufare in un filo di olio, verdure miste -noi usiamo quelle del ns orto- io ho usato 1 cipolla, 3 zucchine, 3 piccole melanzane, 2-3 peperoni, 1 pomodoro-facoltativo questa volta l'ho messo generalmente non lo metto- un pizzico di sale.
E si fa andare tutto coperto per circa 30' a fuoco bassissimo, mescolando di tanto in tanto, soprattutto all'inizio, poi quando le verdure fanno la loro acqua, basta anche ogni tanto.
Poi si scopre e si fa asciugare.

martedì 15 luglio 2008

INSALATA DI PASTA FREDDA CON FAGIOLINI



Mi è piaciuta molto questa pasta, saporita ma leggera.
La ricetta è della cucina italiana, ho solo sostituito i ditali con le ruote.

INSALATA DI DITALI AL PESTO VERDE
(dose per 6 persone)
ditali g 300 - fagiolini lessi g 300 - pecorino toscano-io ho messo parmigiano - una fetta di pancarré ammollata nell'aceto - 2 tuorli sodi - prezzemolo - basilico - erba cipollina - olio extravergine - sale
Conto calorie: kcal 459 (KJ 1920) a porzione
Frullate, a bassa velocità, un abbondante mazzetto di foglioline di prezzemolo, una dozzina di foglie di basilico, pochi fili di erba cipollina, il pane strizzato, i tuorli sodi, sale e g 150 di olio, ottenendo il "pesto". Lessate i ditali, al dente, in abbondante acqua salata, scolateli, raffreddateli in acqua corrente, sgocciolateli, raccoglieteli in una ciotola, conditeli con il pesto, i fagiolini, parte a pezzetti e parte aperti a metà, abbondante pecorino grattugiato a filetti, quindi portate in tavola. Tutte e due le insalate di pasta si possono preparare con un certo anticipo
Questo piatto partecipa al brunch di domenica 20 luglio di cuoca per caso

PIATTO DECORATIVO




Questo piatto, come il vaso anfora, è proprio nato male.. l'ho dovuto rifare 2 volte, e se questi son i risultati direte voi...eh appunto.
Qui ho dovuto andare oltre..molto, perchè pensavo di cambiare hobbies.
Non so se per colpa del gran caldo proprio non ne voleva sapere di aderire al vetro...nè la colla, nè la pittura, un disastro.
La figura precedente era un cigno..dopo averne rovinati due..ho cambiato soggetto ho messo un fenicottero...ma ho combinato ugualmente un pasticcio.
Non esistono commenti...proprio no comment me lo dico da sola.
In realtà lo posto perchè pur nonostante questi insuccessi, ho deciso di persistere.
Direte son proprio dura di comprendonio..beh in realtà il decoupage non lo faccio per le mie qualità artistiche..è un allenamento..una specie di yoga.

VASI PORTA OMBRELLI



























Finalmente ho finito questi due mastodontici.
Uno dei due, quello in stile pompeiano, secondo me, non mi soddisfa molto.
Secondo me ho toppato completamente la decorazione.
Comunque, siccome non son per me, li fotografo a monito dei miei errori.
Son di bronzo, materiale di recupero, finiti con tecniche diverse
Scusatemi..ho già detto molte volte che son agli inizi del decoupage...e son ben lontana da livelli minimi.
Almeno secondo il mio livello di giudizio.
Scusatemi anche per la qualità delle foto ma il cellulare secondo me mi sta abbandonando, la location non è delle migliori ma pesano un sacco..poi venivano a prenderseli e non son riuscita a fotografarli meglio.




PEPE & PEPERONCINO   © 2008. Template Recipes by Emporium Digital

TOP