VENEZIA

VENEZIA
PALAZZO DUCALE

venerdì 8 febbraio 2008

CALZONE AL RADICCHIO


l'immagine non è un granchè ma era veramente gustoso.
CALZONE AL RADICCHIO
Avendo una bella cassetta di radicchio...la uso a 360°.
Allora ho preparato una pasta per la pizza morbida, io ho la mia dose fissa ormai:
500 gr farina manitoba o mista, integrale e manitoba o kamut e manitoba o farro e manitoba in percentuale variabile
1 cucchiaino abbondante di sale
1 cucchiaino raso di malto di orzo
1 giro di olio
350 ml circa di acqua tiepida-io vado ad occhio- fino ad avere una pasta non appiccicosa ma non soda.
1 pizzico di lievito di birra secco
Impasto tutto, lascio lievitare, di solito la preparo al mattino, a pranzo la stendo e lascio lievitare fino a sera....quando la farcisco.
Per la farcia ho lasciato appassire in un filo di olio mezza cipolla tagliata a velo, mezza carotina tagliata a brunoise, e quando è appassito-eventualmente aggiungo acqua calda in cottura- unisco il radicchio trevigiano tardivo tagliato a listerelle come per l'insalata, faccio appassire, sale pepe, poi frullo il tutto con 1 cuk di panna light.
Ho messo sulla pasta lievitata -alla prima lievitazione, prosciutto cotto-avrei preferito il crudo ma non lo avevo, e fettine di asiago fresco.
Chiuso con aiuto di carta forno perchè era molto morbido impasto, fatto lievitare ed infine cotta a 200° per circa 15'.
Molto gustoso e buono.

0 granelli di pepe:

PEPE & PEPERONCINO   © 2008. Template Recipes by Emporium Digital

TOP