VENEZIA

VENEZIA
PALAZZO DUCALE

martedì 30 giugno 2009

QUICHE D'ESTATE


A volte d'estate preferisco le torte salate alla classica cena..e, da quando ho scoperto questa base con la ricotta che ho eletto come mia sostituta alla brisèe, mi sto dando da fare.
Avevo voglia di una torta con le verdure..ma non di accendere la griglia ed allora le ho cotte al microonde...poi invece della panna lo yogurt..insomma l'ho un po' modificata da una classica quiche..ma è venuta saporita ed un po' più leggera, no?

QUICHE D'ESTATE
Di Michela Pepe e Peperoncino

BASE TORTA RICOTTA
1 peperone rosso arrostito al mo
2 zucchine cotte al mo
sale
pepe
maggiorana
olio extra vergine di oliva
qualche scampolo di prosciutto cotto
2 uova
300 gr di crescenza
1 cucchiaio di grana grattugiato..anche 2
noce moscata

Cuocere al microonde funzione crisp al massimo --su piatto crisp preriscaldato--il peperone per 3'30 circa girarlo e cuocerlo per altri 3' circa.
Attendere qualche min poi metterlo a raffreddare in sacchetto di carta.
Cuocere le zucchine a rondelle pennellate con olio salate, pepate e maggiorana, per 3min circa funzione crisp, girarle cuocerle per altri 3 min.
Stendere la pasta in una teglia da cm 22 foderata di carta forno, mettere sul fondo gli scampoli di prosciutto, coprire con il peperone a listerelle privato della pelle e dei semi, coprire con le zucchine a rondelle disposte a raggiera.
Battere a parte le uova con la crescenza, il grana sale, pepe, noce moscata e maggiorana.
Coprire le verdure con questa crema e cuocere a 180° per circa 35'-40'

SFORMATINI DI MELANZANE E RICOTTA


Forse avete capito che io adoro questi piattini qui..forse ancora no...beh allora fatevene una ragione.
Mi piacciono questi piatti leggeri..e non solo d'estate..son quelli che prediligo.
Io faccio parte della schiera ''toglietemi tutti ma non le verdure e la frutta'' per il resto..carne e pesce..fatene quel che volete.

SFORMATINI DI MELANZANE CON RICOTTA DB CI

500 gr pomodori maturi
450 gr ricotta
2 melanzane
1 tuorlo
basilico
olio evo
sale pepe
prezzemolo--io maggiorana--


Mondate le melanzane, ricavatene 12 fette e grigliatele--io le ho anche fatte spurgare con sale grosso e strizzate prima di grigliarle--
Ungere di olio 4 stampini da ramequin--o creme caramel come ho fatto io e ne ho usati 6 --foderarli con le fette di melanzane facendole debordare.
Lavorare la ricotta con tuorlo, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato--io ho usato maggiorana- 1 cucchiaio di sale ed 1 pizzico di sale--
Riempire gli stampini.
Richiudere con le melanzane.
Cuocere a 180° per 6-7'.
Tagliare a dadini i pomodori e fateli saltare in padella con olio basilico e sale.
Sformate i tortini e serviteli con la dadolata di pomodoro.
Io invece ho cotto i pomodorini ciliegia tagliati a metà in forno, dopo averli conditi con olio sale pepe e maggiorana.


lunedì 29 giugno 2009

POLLO ALLA CACCIATORA


Questa la pubblico alla faccia delle ricette ben fatte.
Doveva essere la ricetta fatta a modo della mia mamma..ed invece ho esagerato con il pomodoro...come si vede...ne ho messo troppo.
Mi ero immaginata di riutilizzare il sughetto in qualche altra succulenta maniera..ma ho servito il pollo con la polenta..e chi l'ha visto l'avanzo?
AHAHAHA!
Però fate conto che sia fatta bene come ve la racconto.

POLLO ALLA CACCIATORA


1 pollo intero, tagliato a pezzi
2 spicchi di aglio
olio extra vergine di oliva
300 gr di pelati o pomodori freschi pelati e privati dei semi
sale
pepe
peperoncino
aromi -rosmarino, salvia, maggiorana- IO LA SALVIA NON L'HO MESSA STAVOLTA-
cipolla
sedano
carota
1 bicchiere di vino bianco secco

Si comincia prendendo il pollo e facendolo passare sulla fiamma bassa per togliere penne ed impurità dalla pelle.
Si lava e si asciuga bene.
Poi si mette con olio --poco-- ed aglio a fuoco basso coperto a rosolare bene--fino a quando ha fatto la sua acqua ed ha preso un bel colore uniforme.
Poi si toglie dal fuoco, si scola.
Si pulisce bene la pentola con carta da cucina.
Si mette un filo di olio extra vergine di oliva, un trito di cipolla sedano e carota e si fa soffriggere.
Quando le verdure sono appassite, si unisce il pollo, salare, aggiungere un po' di peperoncino.
Si bagna con 1 bicchiere di vino
E si porta a cottura.
Quando è quasi pronto si mettono i pomodori, gli aromi e si porta a cottura--circa 20'--
Poi si fa intiepidire e si serve.
Si cuoce sul fuoco medio coperto girando ogni tanto e tenendolo sott'occhi ..senza fretta

venerdì 26 giugno 2009

INSALATA DI ORZO

Per queste giornate di caldo--?? ma c'è ancora caldo da voi? qui è sparito..--mi son attrezzata ad inventarmi questa..insolita ma vi assicuro molto appetitosa.

INSALATA DI ORZO ALLO YOGURT
di Michela Pepe & Peperoncino

180 gr orzo perlato
2 falde di peperoni sott'aceto peperlizia colorati
1 manciata di fagiolini lessati
qualche dadino di scamorza affumicata
1 scatoletta di tonno sott'olio sgocciolato
olio
sale
pepe
1 yogurt greco magro compatto

Lessare l'orzo in acqua salata.
Scolarlo e farlo raffreddare condirlo con sale, pepe ed un filo di olio.
Poi farcirlo con tutti gli ingredienti ed alla fine unire 1 vasettodi yogurt.
Mescolare bene.
Far riposare in frigo.
Gustare.

CONCORSO GRANA PADANO


Mi è stata segnalata da Le Tamerici questa iniziativa.





Ve la segnalo a mia volta, nel caso vogliate partecipare.



mercoledì 24 giugno 2009

DOLCINO


Questo è uno degli altri gatti--dei 10 intendo-- che non son riuscita a fotografare.
Penso che la posa sia sufficientemente esplicativa..no?
Posted by Picasa

martedì 23 giugno 2009

INVOLTINI DI TACCHINO CON RIPIENO DI CAROTE E CAPPERI



Oggi vi lascio con questa ricettina un po' insolita..tanto per cambiare..con un ripieno un po' diverso dal solito--almeno per me--son tutti ingredienti ,però, che, in genere, in cucina non mancano mai.
Almeno nella mia.
Per cui ho provato questa ricettina.
Vi preciso solo che io vi metto tutte le dosi belle e belline come le ha messe la rivista io la bilancia NON l'ho usata per niente...tutto ad occhio.


INVOLTINI DI TACCHINO CON CAROTE E CAPPERI CUC MODERNA

700 g di fesa di tacchino a fettine
2 carote
un cucchiaio di pasta d'acciughe
un mazzetto di prezzemolo
un cucchiaio di capperi sottaceto
un bicchiere di vino bianco secco
40 g di burro
sale

1) Appiattite le fettine di fesa con un batticarne, dopo averle messe fra due fogli di carta da forno.
Spalmatele da un lato con la pasta d'acciughe e spolverizzatele con il prezzemolo sfogliato, lavato e tritato fine.
2) Spuntate e
raschiate le carote, lavatele, riducetele a filetti sottilissimi con una grattugia a fori grossi e distribuiteli sopra
la pasta di acciughe. Sciacquate i capperi sotto l'acqua e mettetene 2-3 al centro di ogni fetta. Arrotolate la carne
per formare degli involtini e legateli con spago da cucina.
3) Sciogliete il burro in una padella antiaderente, unite
gli involtini e rosolateli per 2-3 minuti. Spruzzateli con il vino e lasciatelo evaporare a fuoco vivo. Cuocete per
altri 5 minuti, regolate di sale, spegnete e servite.

lunedì 22 giugno 2009

ELICHE FREDDE CON PEPERONI

Buongiorno e buon lunedì.
Beh veramente qui non è che sia un gran lunedì, la temperatura è di nuovo scesa e piove bene bene..però in compenso mi son liberata degli uccellacci che avevano fatto il nido..no non pensate male.
Sono un'animalista convinta, spontanea e mi sa anche attivista se mi toccano i miei animaletti..
no non ho fatto nulla..è che ho scoperto che son volati via e mi hanno lasciato il nido infetto di animaletti che mi ha infettato tutte le piante ed ho dovuto andare a prendere il disinfettante...
Speriamo che ora la pioggia lavi via tutto..e di aver risolto il problema.
Il nido volevo conservarlo e provare a portarlo da mia mamma per le rondini..ed invece ho dovuto cestinarlo..anzi ne avevo due..e vabbè io ci avevo provato.

Qui invece mi segno questa pasta.
Io adoro le paste con i peperoni, in verità mi piacciono i peperoni.
Sarà che non li ho mai trovati indigesti, sarà che mi piacciono e basta.
In ogni caso la pasta che vi propongo direi che migliora fredda..poi si possono fare mille varianti..mettere pezzettini di scamorza affumicata o feta, o mozzarella..togliere le acciughe, metterci i capperi..fate voi..

PASTA FREDDA AI PEPERONI
di Michela pepe & peperoncino
per 4 persone
400 gr di tortiglioni o altra pasta corta
4 acciughe
2 peperoni
50 gr olive nere
una manciata di maggiorana
olio
sale
uno spicchio d'aglio

Lavate i peperoni.
Scaldate il piatto crisp al microonde per qualche min--.io 3-.
Metteteci i peperoni e fate andare il crisp per 4' girateli ed altri 3 min e mezzo.
Aspettate qualche secondo poi metteteli in un sacchetto di carta a raffreddare.
Spellateli.
Tagliateli a listerelle eliminando filamenti e semi.
In una padella grande abbastanza da contenere anche la pasta fate prima sciogliere le acciughe con olio ed aglio, poi eliminate l'aglio, unitevi peperoni, olive, pasta e fate saltare il tutto per insaporire.
Alla fine unire la maggiorana.
Condire la pasta.
Ottima sia calda che fredda.

venerdì 19 giugno 2009

FOCACCIA CON LA RUCOLA

Allora questa in realtà era una scusa per provare questa base con la ricotta favolosa veramente, e light.
Si fa in un attimo si può conservare in freezer, la dose è per una torta con doppio strato come la mia o due torte salate da cm 24, resta morbida, adatta a rotoli, strudel, quiche, aromatizzabile come volete..insomma mi son veramente innamorat di questa base..la terrò sempre in alternativa alla burrosa brisèe.
Ah dimenticavo..ottima anche il giorno successivo..senza particolari accorgimenti.
La mettete in frigo da farcita e raffreddata e mangiate una meraviglia.
Ve la consiglio proprio.
Qui io l'ho provata subito con le verdure.
Ovviamente ho fatto con quello che avevo voi potete usare la fantasia.
Colgo l'occasione per augurare a tutti un bellissimo week end!!!


PASTA BASE CON RICOTTA
di EMOMAR da COOK

Ricotta gr. 500
Farina gr. 300
Lievito (non vanigliato!) 1 bustina
Sale q.b.
Ripieno: a piacere (mix di formaggi, verdure, verdure e formaggi..etc)


Anzitutto preparate il ripieno che volete utilizzare.
Poi è il turno dell'impasto:
Procedimento:
Mettete sulla spianatoia la farina a fontana e al centro la ricotta, un pizzichino di sale e il lievito.
Impastate il tutto fino ad ottenere una bella palletta elastica
Dividete la palletta in due parti irregolari (una un pò più grande e una un pò più piccola) e stendete la più grande in una sfoglia ampia a sufficienza da foderare bene una teglia (con metà dose potete rivestire una teglia da 6 rettangolare). Adagiatevi sopra e distribuite bene il ripieno.
Stendete la seconda palletta fino ad avere una sfoglia sufficiente a coprire la vostra torta salata e sigillatene i bordi.
Scusatemi se non ho le foto di questi passaggi..la faccio tante di quelle volte che ogni volta sono convinta che quella prima ho fatto il reportage completo! Rimedierò, prometto
Mettetete in forno preriscaldato e fate cuocere per 30 min. circa a 180 gradi (la pasta deve essere di colorito dorato).
Fate 'fermare' un attimino e servite. Come per tutte le torte rustiche, mangiata (tiepida) dopo qualche ora è assolutamente più buona.

QUICHE CON VERDURE E RUCOLA
di Michela--pepe & peperoncino.

pasta base con ricotta
2 cipolle
2 zucchine
1 peperone rosso
200 gr caprini di latte vaccino
1 uovo
mortadella 2 fette
maggiorana qb
5 foglie di basilico
100 gr di rucola
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Preparare la base.
Nel frattempo rosolare in poco olio le cipolle tagliate sottilmente, le zucchine ed il peperone a dadini.
Portare a cottura.
Salare.
Frullare il tutto con i caprini, 1 uovo e la rucola lavata ed asciugata--chi non ama l'amaro della rucola può sostituire con l'indivia gentile oppure con altre 2 zucchine--
Stendere la pasta.
Foderare uno stampo.
Mettere sul fondo la mortadella, coprire con la farcia.
Coprire con un'altro disco di pasta.
Cuocere a 180° per circa 40 min gli ultimi 10 con calore solo da sotto.

martedì 16 giugno 2009

PANE DI PATATE

Ve l'ho detto che ce l'ho fatta a cambiare le ricette..senza che se ne avessero a male.
C'ho la capoccia dura io.
Ecco qui..anche questo un pane morbidissima.
Non chiedete lumi sulla foto e location..non vi dico in che condizioni è stata scattata.
Con le tende da sole giù è il massimo che son riuscita a fare.


PANE ALLE PATATE BIFFINET

300 ml di acqua o latte
2 cucchiai di burro--io strutto--
1 uovo
90 gr di patate bollite e schiacciate
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di zucchero--io miele--
540 gr di farina manitoba
1 panetto di lievito di birra.

Programma 1 normale peso 1 kg.
xxx
Io mi son presa le solite licenze poetiche.
Uso mezzo panetto di lievito di birra o 20 gr di lievito naturale con biga e procedo solo impastando senza fare il programma intero.
Quando è lievitato, lo cuocio.
Ho provato sia versione con acqua che con latte..buono e morbido in entrambi i casi.

SCHIACCIATA ALLE ZUCCHINE


Tanto per chiarire.
Io sono una di quelle per cui non è mai caldo abbastanza.
Perchè soffro terribilmente il freddo.
Quello che mi da fastidio è l'umidità..quella si mi urta.
E purtroppo abito nella zona sbagliata d'Italia, perchè qui in Padania, Venice neighbourough--spero di essermelo ricordato giusto come si scrive--c'è un'umidità pazzesca..oggi credo attorno all'80-90% infatti sembrano minimo minimo 10 gradi più di quelli che segna il termometro.
Son 27° alle 1000, in casa, per cui saranno sicuramente 37 al sole.
Per fortuna più tardi andiamo in piscina.
Per queste giornate io mi preparo questi piatti da picnic..così posso fare quello che voglio per tutto il pomeriggio, tornare a casa e trovarmi la cena pronta.


SCHIACCIATA ALLE ZUCCHINE
da la cucina italiana

Ingredienti: (dose per 6 persone)
zucchine g 500 - stracchino g 300 - prezzemolo - basilico - timo - aglio - olio extravergine d'oliva - sale - Pasta: farina g 500 - lievito di birra g 5 - olio extravergine d'oliva - sale
Conto calorie: kcal 492 (KJ 2059) a porzione


Lavorate la farina con il lievito, sbriciolato, un cucchiaio di olio, una presa di sale e g 250 di acqua, fino a ottenere un impasto omogeneo ed elastico. Raccoglietelo a palla e lasciatelo riposare per 2 ore, coperto con un canovaccio inumidito. Trascorso questo tempo lavoratelo nuovamente per un po', dividetelo in due parti, una leggermente più grande dell'altra, che farete riposare ancora per 30', sempre coprendo con un canovaccio. Spuntate le zucchine, tagliatele a rondelle e tribolatele in un velo di olio. Alla fine salatele e profumatele con prezzemolo, timo, basilico e un pezzettino di aglio tritati. Stendete i due panetti di pasta, ottenendo due sfoglie, una più grande dell'altra. Accomodate la più grande su una teglia generosamente oliata. Distribuitevi sopra le zucchine trifolate, lo stracchino a tocchetti e coprite con la sfoglia più piccola. Sigillate la schiacciata premendo lungo i bordi, praticate qualche incisione sulla superficie, "massaggiatela" con un'emulsione di acqua e olio e cospargetela di sale. Infornatela a 250 °C per 10' circa.



Per la pasta non ho usato questa della ricetta ma questa di Maura..--grazie Maura!!!!--.che da quando ho provato non lascio più..unica variante invece di biga con lievito di birra uso il lievito naturale 20 gr.

sabato 13 giugno 2009

POLLO MARINATO AL LIMONE

eh lo so ..sempre pollo o quasi..un po' come con il pesce, sempre platessa o quasi.
Qui non mangiano altro ed allora ci provo a proporglielo in modo diverso prima di cambiare tanti gusti..visto e considerato che non lo mangiano comunque.
Gradiscono solo le cotolette di pollo o tacchino.
Nemmeno gli involtini mi mangiano..quando faccio qualcosa di diverso mi tocca fare quello che vedete per me e mio marito e per i dolci cuccioli devo fare dell'altro.
Ho sempre lavoro doppio, ho pure provato a farli digiunare un pasto o due per vedere se poi si arrendevano ma niente..ed allora mi arrendo io a fargli qualcosa che apprezzano--capirai sempre quelle due cose in croce--
Qua non ho velleità di grande cuoca, nè di grandi piatti..ho semplicemente la voglia di fare mangiare i piccoletti e di dar loro qualcosa di variato.
Capperi.
Noi eravamo 3 e mia mamma non ha fatto tutta questa fatica con noi.
Questo comunque era un altro tentativo estremo di proporre qualcosa di diverso rispetto alla cotoletta di pollo come dicevo..ovviamente ho diminuito l'aglio, anche perchè più di uno spicchio non lo tollero neppure io.
Devo dire che è un piatto molto saporito e si può cuocere anche in forno, mettendo il succo di limone circa 10-15' prima della fine della cottura.
Si può fare allo stesso modo anche il coniglio che viene veramente eccezionale.
POLLO MARINATO CON OLIVE NERE
da La cucina italiana SPECIALE MANGIAR LEGGERO

1,2 kg di pollo-1 intero-
500 gr patate
20 olive nere
20 gr olio extravergine di oliva
una testa di aglio--1 spicchio di aglio--
rosmarino
timo
maggiorana
limone
sale

Tagliate il pollo in piccoli pezzi e fateli marinare per 1 ora con gli spicchi di aglio interi il timo, il rosmarino, la maggiorana, e succo di limone.
Tagliare le patate a cubetti e rosolarle con gli spicchi d'aglio della marinata ed olio.
Togliete dalla padella e mettetevi il pollo salatelo leggermente e cuocetelo a fuoco medio.
Scolate il grasso di cottura, unite al pollo le patate, le erbe della marinata, le olive ed un pizzico di sale, facendo insaporire il tutto.

venerdì 12 giugno 2009

PANE CASERECCIO

Eccomi con un altro pane.
Ve lo avevo detto che alla fine son riuscita a cambiare ricetta...
Qui sarebbero della serie ''mamma oppure cara..mi rifai il pane di ieri?'' ed invece io sarei della serie..''Ancora? uffa!!''
Tento di barcamenarmi accontentando tutti..ecco perchè a volte si nota una super produzione di una cosa o dell'altra...perchè io devo sfogare la mia voglia di cambiare e loro la voglia di tenere tutto uguale.
Questo è molto ricco come pane.
Diciamo che a mio parere è la versione pan brioche della macchina..anche se ho visto che poi ha pure il pan briosciato mi pare almeno se non faccio confusione, con tutte queste ricette e libri e internet non capisco più niente.
Comunque ottimo anche questo.
Già fatto 4 volte pure questo.
Molto molto gradito.

PANE CASERECCIO MDP BIFFINET

300 ml latte--io meno saran stati 250--
1 cucchiaino e mezzo di sale
2 uova
1 cucchiaio e mezzo di burro--io strutto--
540 gr farina manitoba
1 cucchiaio di miele--io cuchiaino--
1 panetto lb--
Programma macchina del pane BIFFINET n 1
1 kg
Crosta media.
Questa è la ricetta della macchina del pane quelle tra il tratteggio son le mie modifiche.
Il lievito vi dico subito non l'ho mai messo tutto..metto o mezzo cubetto o la biga qui sotto.
Però c'è da dire che non aziono mai il programma intero.
Faccio solo l'impasto, poi faccio lievitare ed infine cuocio.

biga
40 gr manitoba
20 gr lievito naturale
20 gr latte
Fatto maturare poi impastato con gli altri ingredienti
500 gr farina
latte ne ho usato in questa fare 200 ml poco più

SFOGLIATA DI VERDURE GRIGLIATE CON YOGURT



Eccomi qui.
Buon venerdì..buon week end a tutti.
Sembra sia arrivata alla fine della settimana dopotutto.
Vi ricordate della merla--ho scoperto che era una merla quella che è venuta a nidificare sulle mie sirfinie--
Beh ..alla fine ha deposto 4 uova a distanza di 2 giorni uno dall'altro.
L'altro giorno son uscita per innaffiare i fiori e quasi grido per il colpo.
Non mi ricordavo più e stavo per annegarli..ed erano pure nati.
Con i giorni avevo l'impressione che non fossero 4 gli uccellini.
Ed oggi direi che sono 2.
Ma è normale?
Oppure ho una merla Medea in terrazza?
Intanto vi do un'altra delle mie non ricette della disperazione.
Quelle che butto tutto dentro e chissà come viene.
Poi invece son pure migliori di altre.


SFOGLIATA DI VERDURE GRIGLIATE++

Pasta sfoglia qb
melanzane grigliate
zucchine grigliate
peperoni grigliati
prosciutto cotto
asiago
2 uova
2 yogurt greco compatto
sale
pepe
maggiorana


Stendere la sfoglia.
Bucherellare il fondo.
Farcire con prosciutto e verdure grigliate..io melanzane, peperoni e zucchine--in quest'ordine--
coprire con fettine di asiago.
Sbattere a parte 2 uova con yogurt greco magro sale pepe e maggiorana e coprire tutto.
Mettere un'altro disco di sfoglia.
Cuocere a 180° fino a doratura.
Per la sfoglia lucidare con un uovo sbattuto con poco latte.

mercoledì 10 giugno 2009

PANE BIANCO CON MACCHINA DEL PANE

Forse l'ho già detto, non so.
A me non piace moltissimo il pane fatto con la macchina del pane.
Troppo mollicoso.
Soprattutto quando si cucina con il programma della macchina non mi piace perchè trovo non venga rispettato l'esatto tempo di lievitazione.
Insomma..quando ho a che fare con i lievitati io non guardo mai l'orologio.
Per cui ho un modo tutto mio di gestire la bestia--ndr la macchina del pane--
Praticamente la uso per impastare e per cuocere.
Per il resto non uso i programmi della macchina e lascio il blob a lievitare il tempo necessario.
Ora, dopo 2 anni di duro lavoro--forse 3 chi si ricorda?-- ho sfasciato la macchina, praticamente si è sbriciolata.
E sebbene abbia il mio fedele kenwood che mi assiste negli impasti, quando ho visto l'offerta della lidl, mi son andata a prendere la loro macchina per il pane..infatti qui il pane va alla grande e panifico praticamente ogni 2 giorni, quando non è giornalmente..per cui non mi va di accendere il forno in continuazione.
Con la macchina accendo solo lei..almeno.
Ho avuto in dotazione il ricettario e mi son divertita a farci il pane.
Devo dire che ho un dubbio sui liquidi perchè non attivando il programma intero della macchina, li aggiungo a filo, ed il sale a metà fine impasto, per cui non ho verificato se son giusti..credo un po' meno..per il resto viene un gran buon pane.
L'ho provato ovviamente --non rispettando il programma, con meno lievito, metà per la precisione, ma anche con il lievito naturale--20 gr -- e facendo una biga
di 20 gr di ln
40 gr di manitoba
20 gr di latte.
Devo dire che l'ho fatto di seguito per non so quante volte perchè non ne volevano sapere di cambiare pane.....
Alla fine l'ho spuntata però.

PANE BIANCO BIFFINET

540 gr farina manitoba
300 ml latte--io 325 ml piu o meno ho messo a filo--
1 noce di strutto
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di sale
5 cuk di semi di girasole o sesamo--facoltativi
1 cubetto lievito di birra--o meno se non si esegue il programma come praticamente faccio io che uso fare una biga con 20 gr di lievito naturale 40 gr manitoba e poca acqua e poi aggiungo a lievitazione gli ingredienti da ricetta.

Programma normale
peso 1 kg
crosta media.

martedì 9 giugno 2009

TORTINO DI ZUCCHINE CON CREMA INGLESE DI ROBIOLA


E per questo splendore devo ringraziare una streghetta..Marta!!
Veramente conquistatori questi tortini!
Senza ritegno li ho mangiati quasi tutti io..rischiando di far rimanere a bocca asciutta mio marito.
Unica variante apportata da me è stata quella di usare caprino di latte vaccino--che volete farci c'ho la fissa! è un po' più saporito della robiola...ed io lo adoro anche solo condito con olio sale e pepe--
Per il resto l'ho seguito pari pari.
Ovvio..poi avevo l'occasione di provare gli stampini della Silikomart e l'ho colta al volo mi sembra stiano bene no?

TORTINO DI ZUCCHINE CON CREMA INGLESE ALLA ROBIOLA
dal blog UNA STREGHETTA IN CUCINA

Ingredienti per 4 tortini:
4 zucchine--io 5-6 piccole--
robiola (ehm...non ho guardato...avete presente la confezione di robiola da due quadrotti attaccati?ecco...quella, meno un cucchiaio e mezzo)--io 160 gr caprini di latte vaccino--
2 uova
scalogno
olio extravergine di oliva
sale,pepe
maggiorana


Per la crema inglese:
200 gr di latte
2 tuorli
1 cucchiaio e mezzo di robiola
sale
olio extravergine di oliva


Tagliare le zucchine a tocchetti e far rosolare in padella con dello scalogno e dell'olio extravergine di oliva, quando sono appena morbide regolare di sale e pepe e lasciare intiepidire.
A questo punto versarle nel contenitore del minipimer, aggiungere le uova, la robiola e frullare, regolando eventualmente di sale.
Versare il composto in 4 pirottini imburrati e cuocere in forno a 190 gradi per 25 minuti (le pareti devo iniziare a staccarsi).
Per la crema inglese invece mescolare i tuorli e il latte e portare a bollore, a questo punto aggiungere la robiola e mescolare fino a raggiungere la consistenza desiderata. Togliere dal fuoco e aggiungere un filo di olio.
Sformare i tortini e servire con la crema alla robiola.

PASTA CON PEPERONI E CAPRINI


YUUUUU
Ultimo giorno di scuola!!
Ho come il sospetto che per me sia peggio.
Di corsa di corsa..vi posto queste due ricettine veramente squisite.
Non so ultimamente mi sembra di essere peggiorata.
Non mi piacciono le foto..non sono per niente pignola come il solito..probabilmente sono stanca.
Comunque ve le consiglio entrambe son velocissime.
Questa, in particolare, se, anzichè cuocere i peperoni in forno li cuocete al microonde.
Ho fatto così.
Ho messo il piatto in forno funzione crisp per 3'.
Poi ho messo i peperoni per 3-4' sempre funzione crisp, li ho girati ed altri 3-4' sempre crisp.
Bisogna sorvegliare i peperoni..sentite la crosticina schiocchiarellare--non mi è venuto in mente un modo migliore di dirlo-
Poi aspettate qualche secondo --o vi ustionate-- e li mettete in un sacchetto di carta a raffreddare.
Ed infine li spellate senza patemi.
Sistema insegnatomi da Rosetta che ringrazio sentitamente.
Per la pasta l'ho presa da Cotto e mangiato.

PASTA PEPERONI E ROBIOLA
da COTTO E MANGIATO

Cuocete nel forno 2 o 3 peperoni rossi (dipende dalla grandezza) a 2OO° per mezz'ora. Poi lasciateli raffreddare e pelateli. Frullateli insieme ad una confezione di robiola,--io ho usato caprini di latte vaccino e l'acqua non mi è servita-- un po' d'acqua di cottura della pasta e aggiustate di sale e di pepe.--io ho anche aggiunto delle foglie di basilico pulite lavate ed asciugate con carta casa.
E poi ho aggiunto grana.
Io mi son fermata qui e vi assicuro che è una pasta veloce ed ottima.

Già così il sugo è davvero squisito. Se volete davvero strafare pero', potete soffriggere1 peperone giallo tagliato a dadini piccolissimi con uno spicchio d'aglio e 2 scalogni, unite la crema di peperoni e fate saltare la pasta(circa 150 - 200 gr) nel sugo così ottenuto. Non dimenticate il parmigiano e basilico.


lunedì 8 giugno 2009

PLATESSA CON CIPOLLE E PREZZEMOLO

Questa invece è una ricettina di pesce che ho preso dal forum della Cucina Italiana ho solo cambiato il pesce.
Perchè il pangasio proprio non lo prendo!!
Per il resto una ricettina piuttosto gradevole e veloce.


PLATESSA CON CIPOLLE E PREZZEMOLO
dal forum de la Cucina Italiana


2 cipolle, 2 porri, 1/2 tazzina di prezzemolo tritato, 1 tazzina di olio extravergine d'oliva, il succo di un limone, 2 bicchieri di vino bianco secco, sale. Preparazione: Scongelate e sciacquate delicatamente i filetti di pangasio. Metteteli in una terrina e cospargeteli con il succo di limone e poco sale. Tritate finemente le cipolle e la parte bianca dei porri, fate rosolare leggermente in una casseruola con l'olio. Aggiungete i filetti di pangasio, irrorateli con il vino bianco secco e lasciateli cuocere per non più di 15 minuti a fuoco medio, quindi cospargete con il prezzemolo tritato e portate in tavola
silvana ferro

venerdì 5 giugno 2009

SPIEDINI DI VERDURE MISTE

Prima di non riuscire più a scrivere niente per questa settimana volevo farvi gli auguri di buon week end !!!!
Questo invece è un piattino che ho fatto nei giorni di calura che erano arrivati all'improvviso.
Non avevo voglia di pesare per cui ho grigliato le verdure ed ho fatto gli spiedini senza preoccuparmi se le dosi erano giuste...ma tanto è l'idea che conta.

SPIEDINI DI VERDURE ESTIVE CI

200 gr zucchine grigliate
200 gr melanzane grigliate
200 gr peperoni grigliati
120 gr mozzarella
40 gr pane casereccio mollica
trito aromatico di timo maggiorana prezzemolo
aglio
olio sale
pepe
--IO NON HO PESATO NIENTE--


Alternare le verdure a dadotti e la mozzarella.
Scaldare 2 spicchi di aglio a rondelle e soffriggetevi una dadolata di pane con abbondante trito aromatico.--io ho utilizzato aglio intero che poi ho tolto.
Salare, pepare.
Accomodate parte del trito sotto--io l'ho messo solo sopra gli spiedini.
E servire.

mercoledì 3 giugno 2009

STRUDEL CON FILLO VERDURE E CRESCENZA




Come ho già specificato..per le foto spiacente ma di meglio proprio non riesco a fare perchè non ho una bella luce in casa.
Per cui dovrete accontentarvi.
Questa è un'altra non ricetta.
Semplicemente ho preso la pasta fillo e l'ho spennellata con misto di olio ed acqua.
E li ho sovrapposti.
Ho fatto spurgare melanzane e zucchine con sale.
Poi le ho asciugate con carta forno e grigliate.
Appena cotte le ho condite con olio sale pepe, succo di limone, maggiorana, origano e prezzemolo tritati.--poco eh?--
E poi ho farcito la fillo alternando crescenza a fiocchi.
Avvolto tutto a strudel spennellato ancora con miscela di olio ed acqua e cotto a 180° fino a doratura..
Buono!!

PANE CON UVETTA

Eccomi qua.
Reduce da questo lunghissimo ponte con i bimbi a casa da scuola.
Non stanno mai fermi per cui non ho avuto tempo di collegarmi.
Temo che quando finiranno le scuole vi dovrò salutare fino alla fine dell'estate...o trovarmi un altro momento nella giornata per scrivere.
Vedrò come organizzarmi.
Diventa sempre più difficile.
Ieri ho fatto una mega pizzata con il parentado--non li ho avvelenati non pensate male subito!-
oggi torniamo alla vita normale..almeno per qualche giorno.
Dunque, come ormai sapete, a scuola del mio piccolo hanno avuto l'idea della merenda a km o intelligente..--lasciamo perdere!- comunque parte della merenda fa un pan boemo che altri non è che il pane con l'uvetta..figurarsi..mio figlio lo adora ed allora..ecco qui l'ennesimo esperimento --
proverò tutte le mie ricette..prima di esprimermi su quale sia la migliore..anche se la preferita l'ho già trovata.
Comunque questo ho provato a cuocerlo in fornetto Versilia tanto per cambiare, e soprattutto, tanto per non accendere il forno.
E' venuto buono, morbido ed è stato molto molto apprezzato.
La ricetta l'ho presa dal data base di Coquinaria.
Un'ultima precisazione..sulle foto.
Ho provato a seguire le istruzioni dal blog di Paoletta ..ma a me manca la condizione sine qua non..la luce.
Per cui meglio di così non posso proprio fare.


PANE CON UVETTA di PINELLA dal DB di Coquinaria

Ingredienti:
Farina bianca g.600 - uvetta sultanina-g.120 -lievito di birra g.25 - un tuorlo - latte circa 250 ml- zucchero semolato - sale - burro e farina per la placca.

Scaldate leggermente il latte poi scioglietevi il lievito, un cucchiaino di sale e una cucchiaiata di zucchero. Versate la farina in una ciotola e unite la miscela liquida. Mettete intanto ad ammorbidire in acqua tiepida l'uvetta. Lavorate l'impasto finché risulterà liscio ed elastico. Strizzate bene l'uvetta, asciugatela poi unitela all'impasto, incorporandola perfettamente. Quando la pasta non appiccicherà' più le mani fatene una palla, mettetela in un canovaccio, o con pellicola trasparente e ponete in luogo caldo a lievitare per circa un'ora. Quando l'impasto avrà quasi raddoppiato il volume iniziale sgonfiatelo lavorandolo energicamente poi arrotolatelo formando un salame e appoggiatelo su una placca .Coprite con un canovaccio infarinato e lasciate lievitare al caldo per circa mezz'ora. Trascorso il tempo indicato pennellate la superficie del pane con il tuorlo d'uovo, a temperatura ambiente, cospargete con una cucchiaiata di zucchero e cuocete in forno già caldo a 190° per circa 35'.

Nota: Dopo che l'ho sfornato e fatto raffreddare, l'ho cosparso con una glassa ottenuta lavorando dello zucchero al velo (una tazza) con un cucchiaio di burro e circa 2-3 cucchiai di latte. Si deve ottenere una glassa non liquida. E' veramente buona e mi ricorda tantissimo quella che mettono nelle brioches nei paesi nordici.Oltre a fare un'unica treccia, si possono fare delle pagnotelle.
Note Michela:
io ho usato 20 gr di lievito naturale.
Ho fatto una biga con 200 gr farina 100 gr latte.
Poi ho unito il resto come da ricetta.
Cotto in fornetto Versilia per 1 ora circa.

PEPE & PEPERONCINO   © 2008. Template Recipes by Emporium Digital

TOP