VENEZIA

VENEZIA
PALAZZO DUCALE

giovedì 25 novembre 2010

PACCHETTI DI PORRI

Beh ok, dovevano essere dei triangoli, ed in realtà quella era la mia preoccupazione, riuscire a fare i triangoli con le foglie di porro.
Temevo fosse la parte difficile della ricetta.
Invece devo dire che venivano bene..però bisogna avere delle foglie di porro..o guaine che dir si voglia, lunghe a sufficienza..le mie non lo erano essendo quelle dell'orticello..anzi erano piuttosto piccolini come porri..per cui ho provato a fare i triangolini..e sarebbero venuti dividendo il ripieno in ben più parti rispetto a quelle segnalate in ricetta.
Io, però, non avevo così tante foglie..ed allora ho preferito fare dei pacchettini tanto il gusto non cambia, anche se mi spiace per l'aspetto che sarebbe venuto molto molto più carino.
Comunque se provate a fare i triangolini, sappiate che vengono naturalmente da soli girando la guaina del porro si formano perfettamente, sempre che siano sufficientemente lunghe...




TRIANGOLI DI PORRO FARCITI CON PATATE CI NOV 2010

650 gr patate
300 gr porro
65 gr pecorino dolce--io grana-
40 gr burro
2 scalogni
1 uovo
prezzemolo--io maggiorana--
farina
pangrattato
olio
sale

Incidere i porri per il lungo, sfogliarli scottarli in acqua bollente per 3-4'.
Sbucciare le patate a fettine sottili-io l'ho fatto con la mandolina- metterle sotto l'acqua ed asciugarle con carta casa.
Saltarle in padella con 4-5 cucchiai di olio finchè saran ben rosolate poi unire gli scalogni a fettine e cuocere per altri 2'.
Salare, unire 1 cucchiaio di prezzemolo tritato.
Far raffreddare.
Poi unire il pecorino grattugiato con fori grossi.
Dividere in formando dei mucchietti di ripieno e metterli sulle guaine dei porri scegliendo tra le più integre.
Poi avvolgete in modo da formare triangoli.
Passarli in farina, uovo sbattuto, e nel pangrattato.
Friggerli in 60 gr di olio e burro per circa 2' per lato.

martedì 23 novembre 2010

GALLETTE DI ZUCCA E PATATE


Non amo molto i fritti...ma per queste gallette ho fatto un'eccezione.
Li ho cucinati e mangiati con molto molto piacere.
In realtà facevano parte dei miei soliti tentativi di far apprezzare le verdure anche ai bambini, non demordo mai.., senza risultato perchè nn hanno manco voluto assaggiarle.
E, come al solito, non sanno cosa si son persi, spero un giorno che possano capire e provare veramente piacere da questi piattini.



GALLETTE DI ZUCCA E PATATE da La cucina Italiana

patate g 300 - zucca decorticata g 300 - salame g 100--io ho messo una salamella piccantina.. - Grana Padano g 50 - farina bianca - olio d'oliva - sale - pepe
Preparazione
Sbucciate le patate e tagliatele a dadini. Tagliate allo stesso modo la zucca. Cuocete entrambe le verdure a vapore. Passatele al passaverdura, raccogliendo il ricavato in una ciotola. Mescolate al purè ottenuto un pizzico di sale, uno di pepe, il grana grattugiato e il salame tagliato a minuscoli dadi. Infarinate un vassoio e deponetevi il composto a mucchietti. Date ad ognuno la forma di una gallettina piatta e rotonda, rigirandola perché si rivesta leggermente di farina. Scaldate in una padella antiaderente 3 cucchiaiate d'olio e cuocetevi le gallette. Servitele, accompagnandole a piacere con insalatina, salame o altri affettati.



domenica 21 novembre 2010

PASTICCIO DI FINOCCHI CON PECORINO E PANE CARASAU



E questo me lo voglio appuntare perchè sarà un modo in cui mi farò e rifarò i finocchi quest'anno....
:-D
anzi me lo segno qui, così se volete aprofittarne, vi garantisco che è un piatto meraviglioso



PASTICCIO DI FINOCCHI CON PECORINO E PANE CARASAU
da la cucina italiana

3 finocchi--400 gr --
250 gr salsiccia
120 gr pecorino--io ho usato grana padano--200 gr cipolla
90 gr pane carasau-- non l'ho pesato--
brodo vegetale, sale pepe olio extra vergine di oliva

Mondate i finocchi, affettateli, ungeteli bene di olio, metteteli su una placca foderata con carta forno, salateli.
Cuocete a 180° per 20 -25' circa.
Spellare la salsiccia e cuocetela senza grassi aggiunti in un pentolino antiaderente, unire poi la cipolla tagliata a velo e portare a cottura.
In una pirofila disporre a strati --vi metto come ho fatto io..
pane carasau bagnato con un po' di brodo, finocchi, salsiccia e cipolla, grana terminando con i finocchi e grana.
Unire un filo di olio, 2 mestoli di brodo.
Cuocere a 180° per 40'.

mercoledì 17 novembre 2010

LASAGNE AL PESTO SPECIALE


Ooooo..
finalmente un piatto salato



LASAGNE AL PESTO SPECIALE da COTTO E MANGIATO

8 rettangoli di sfoglia fresca pronta per
lasagne
- 450 g di spinaci surgelati
- 250 g di ricotta
- 100 g di grana grattugiato
- 1 bicchiere di latte
- 1 mozzarella--asiago qb--
- Sale
Bollire gli spinaci, strizzarli un po’, ma non troppo, e frullarli nel bicchiere del mixer. Unire agli spinaci
la ricotta, il grana, il latte e un po’ di sale, poi mescolare bene gli ingredienti. Ecco pronto il nostro
“pesto speciale”. Per comporre le lasagne, distribuire un po’ di pesto sul fondo di una teglia, poi
stendervi sopra la sfoglia per lasagne, coprendo tutto il fondo. Versare dell’altro condimento sopra
la sfoglia e stenderlo in uno strato sottile, poi distribuirvi una manciata di mozzarella tagliata a dadini--io invece della mozzarella ho preferito l'asiago;
ricominciare con i rettangoli di sfoglia, il pesto, la mozzarella, e così via, strato su strato. Procedere
fino a sovrapporre 4 strati di sfoglia. Sulla copertura mettere un po’ di pesto e un po’ di grana.
Cuocere in forno caldo ventilato a 150° per 20 minuti, poi passare al grill per 5 minuti. Poiché la sfoglia
non viene lessata prima di metterla nella teglia, la pasta assorbirà parecchio liquido: occorre
quindi lasciare il pesto molto brodoso.

Avevo già provato la versione in pasta..ma in versione lasagna--sarà per l'aggiunta dell'asiago--è veramente eccezionale.

venerdì 5 novembre 2010

UNA QUASI SFOGLIA...

Buongiorno e buon week end..
oggi volevo presentarvi questa pasta..che non ha niente come procedimento della classica sfoglia.
E' al contrario, molto semplice e veloce da fare ma il gusto la ricorda veramente molto.
Io ve la consiglio, vista la velocità, come sostituta della sfoglia acquistata pronta al supermercato, tiene bene anche se preparata un giorno per l'altro.
Per la farcia fate voi, potete sbizzarrirvi..io qui ci ho fatto delle pizzette miste con melanzane e provola, con le olive, con il prosciutto e carciofi..insomma fate voi..

la ricetta viene dal ricettario Bertolini

Ingredienti:
400 gr farina
150 gr burro
75 ml acqua --o più all'occorrenza--
1 uovo
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito--salato ma anche per i dolci non cambia poi molto--
aromi se volete--

Preparazione:
Setacciare farina, unire burro morbido, uovo, sale, acqua quanto basta, lavorare velocemente poi mettere in frigo a riposare avvolta in pellicola per 30', usare a piacere.

martedì 2 novembre 2010

CANE FINTO DORATO AL FORNO


eheheh..
mica potevo chiamarlo pesce finto..se ha la forma del cagnolino..
era un mio vago tentativo di far mangiare il pesce ai bimbetti..
l'ho fatto in questo stampino a forma di cagnolino..ma anche di scoiattolo, paperella..insomma in tutti e 4 quelli che ho piccolini della silikomart..l'impasto ne copre 4.
A me non è spiaciuto anzi..ma i bimbi annusano il pesce ad 1 km di distanza..
:-(



PESCE FINTO DORATO AL FORNO CI DB

patate kg 1 - polpa di nasello, senza pelle e spine, g 400 - un uovo - aglio - prezzemolo - sale - pepe
Preparazione
Lessate le patate nella pentola a pressione per 15'. Cuocete intanto il nasello nel microonde (7' a potenza max.). Sbucciate le patate e schiacciatele. Mescolatele, i n una ciotola, con un trito di aglio e prezzemolo, l'uovo, sale, pepe e il pesce sbriciolato con una forchetta. Appoggiate sulla placca del forno un foglio di carta oleata e, su questa, modellate l'impasto dandogli la forma di un pesce. Passatelo sotto il grill, ben caldo, il tempo di dorarne la superficie. Guarnite il piatto a piacere e servitelo immediatamente.



è pure veloce veloce da fare...

PEPE & PEPERONCINO   © 2008. Template Recipes by Emporium Digital

TOP