VENEZIA

VENEZIA
PALAZZO DUCALE

martedì 30 settembre 2008

VENTAGLIO DELLE SIMILI, PAN BRIOCHE


Sempre con il forno acceso di cui sopra ho fatto anche questo, oltre ad un rotolo di pasta biscotto..tanto per spiegarvi in genere quanto smanetto..anche se non posto tutto e tutto subito.
Questa mi incuriosiva perchè scommettevo che non sarei stata capace di farla neanche...
Questa ricetta io l'ho presa da Cindy

VENTAGLIO DELLE SIMILI CINDYSTAR COOK
400/500g. di pasta di Pan Brioche
200g. di prosciutto cotto tagliato sottile
grana grattuggiato
Tirare la pasta in un rettangolo di circa 30x35.
Cospargere di grana e ricoprire i 2/3 con il prosciutto, dare un'altra spolverata di grana.
Piegare la pasta non ricoperta su metà della pasta con prosciutto, quindi piegare nuovamente: in questo modo si avranno 3 strati di pasta e 2 di ripieno. Fissare bene i lati.
Appoggiare il rotolo su carta forno e con le forbici tagliare delle strisce lungo la lunghezza del rettangolo fino a 3cm. dalla base. Separarle e torcerle verso l'alto fino ad evidenzire il ripieno.
Pennellare con uovo battuto e far lievitare 30/40 minuti.
Cuocere poi a 180° per 20/25 minuti, coprendo con stagnola dopo 10 minuti.

pan brioche simili:
PAN BRIOCHE DELLE SIMILI CINDYSTAR COOK
per il lievitino:
150g. di farina di forza
90g. di acqua
30g. di lievito di birra
Impastare bene (a mano o nel ken) e far riposare copeerto per 40/50 minuti, fino al raddoppio
per l'impasto:
350g. di farina di forza
50g. di acqua
100g. di burro morbido
30g. di zucchero
10g. di sale
2 uova
Fare la fontana, al centro mettere l'acqua, lo zucchero e le uova e amalgamare, aggiungere il burro e il sale e impastare, lavorando bene.
Nel ken: acqua, zucchero, uova e burro e mescolare a vel. 2 per un paio di minuti, poi aggiungere la farina e il sale e impastare 5 minuti sempre a vel. 2.
Quando il lievitino è raddoppiato, metterlo sula spianatoia, schiacciarlo e allargarlo bene con le mani, metteteci al centro il secondo impasti, chiudere a pacchetto e iniziare a lavorare e battere finchè non ci saranno più striature bianche e l'impasto sarà diventato omogeneo.
Mettere a lievitare coperto per 1 ora e mezza circa in una ciotola unta di burro.
Una volta lievitata, la nostra pasta di pan brioche è pronta per le varie preparazioni.
Per il classico pan brioche a cassetta: rovesciare l'impasto sulla spianatoia, dividerlo a metà e formare due filoni da mettere in due stampi da plumcake di circa 25x10 (rivestiti di carta forno se non antiaderenti), coprire a campana e lasciare lievitare per 45/50 minuti, fino a quando la cupola il pane uscirà dallo stampo. Pennellare quindi delicatamente con l'uovo intero battuto e cuocere in forno a 200° per 30/40 minuti.
Si può anche procedere facendo una treccia grande, con tutta la pasta, questa è quella fatta da Margherita al corso, prima di essere infornata:
Con questa dose viene fuori 800gr. di pasta di pan brioche finita
Metà si usa per il ventaglio.
Note Michela:
Io l'ho usata tutta integralmente per il ventaglio..ma non mi son pentita..visto che è stato divorato.


domenica 28 settembre 2008

PIZZA IN PADELLA

Lo so..sono inguaribile.
Ogni volta che faccio la pizza..nonostante abbia trovato l'impasto che qui accontenta tutto..quello alla birra non posso fare a meno di continuare a sperimentare...non si sa mai.
Allora ho provato a cambiare l'impasto, il metodo di lievitazione, mancava il metodo di cottura..ho provato al microonde ma è stato un buco nell'acqua..forse perchè non ho il crisp non so..devo riprovarci...però mi mancava la padella.
Ed era un po' che volevo provarci..avevo già fatto il pane qui e poichè quest'ultimo esperimento mi aveva già abbastanza inculcato l'idea di provarci quando ho letto il post di Cookaround mi son detta che era proprio arrivata l'ora.
Ci ho provato subito.
Ho fatto la solita pasta con la birra..tanto per non sbagliare..solo che non ho nessuna padella particolare..così ho preso una padella banalissima antiaderente con un coperchio che non è nemmeno il suo..
Memore del pane ho unto leggermente la padella e l'ho messa sul fuoco.
Ho fatto lievitare un'unica volta..visto che non deve rilievitare in teglia..ed ho steso --con il matterello veramente anche se si dovrebbe fare con le mani...--
Ho scaldato la pentola coperta, quando era ben rovente ci ho scaraventato la pasta--è venuta un po' curva perchè non è una padella liscia..è un po' curvata sarebbe per fare la pasta, comunque ci ho messo la pasta ed ho coperto e fatto andare per 4-5',forse meno..ho girato con le mani ma io ce le ho d'amianto..--e fatta andare un altro po'.
Sempre coperta.
Nel frattempo mi ero preparata la mozzarella a dadini..e ci ho messo velocemente 3 cuk di passata, la mozzarella e l'origano, ho portato a cottura sempre coperta.
E gustata.
Vi assicuro che è la pizza più simile a quella mangiata in pizzeria che abbia mai fatto.
Provare per credere.

venerdì 26 settembre 2008

PREMIO SPECIALE MIGLIOR CUOCA SUGGERITRICE


La sempre dolcissima Caty mi ha stupito facendomi dono di questo premio graditissimo e quanto mai inaspettato.
''a Michela per la sua superba vellutata di zucca''.
Che dire?
Caty mi hai lasciato senza parole un'altra volta.
Grazie di cuore.
Un bacio.
----
Aggiornamento del 28 settembre
Ricevo un ulteriore premio da Manu e Silvia per le Girelle di mozzarella.
Ragazze che dire?
Grazie un bacio un abbraccio.
---
Io non segnalo non perchè non abbia di che segnalare..ma per me siete tutte e tutti fonte continua di aggiornamento, di ispirazione e di suggerimenti.
Per cui il premio in realtà lo meritereste tutte e tutti.

mercoledì 24 settembre 2008

PASTA CON PEPERONI E GORGONZOLA

Se non son gli ultimi peperoni della stagione..poco ci manca.
Allora questa volta invece di bruciacchiarli vista la fretta che mi attanaglia ed il poco tempo che ho..li ho messi in padella con una mezza cipollina ben puliti dei filamenti e dei semi.
Ho portato a cottura con dell'acqua...sarebbe meglio metterli a fuoco basso coperti..ma appunto la fretta, salato e poi ho messo un po' di gorgonzola.
Frullato tutto e voilà un sugo veloce e gustoso.

martedì 23 settembre 2008

IL PREMIO PIU' BELLO


... ricordati che tu sei unico al mondo e non esiste primo e non esiste secondoesiste una tribù, esistono i fratelli che più sono diversie più sono fratelliognuno ha la sua storia e le sue tradizioni ognuno il suo colore e le sue religioni ma il battito del cuore è lo stesso per tutti..
(Lorenzo Jovanotti)


In questo periodo non ho molto tempo per passare a trovare tutti i miei amici bloggers..e non ho nemmeno tempo di navigare..ma non posso fare a meno di trovare un momento da dedicare a Lo che mi ha donato questo splendido premio.
Quando ho cominciato l'avventura del blog, nata più che altro per vedere se riuscivo veramente a farlo più che per qualcosa di reale da dire o condividere con il resto del mondo, mai avrei pensato mi si sarebbe aperto tutto un mondo di emozioni e di nuove amicizie nate in rete.
Mi sono affacciata con mille titubanze e diffidenze, soprattutto derivate dalla mia inadeguatezza ed invece ho trovato persone vere come Lo e come tante altre che ho avuto modo di conoscere in diverse occasioni e che mi hanno aperto il cuore come nemmeno nel cosidetto ''mondo reale'' accade.
Grazie Lo.
Riporto il regolamento perchè merita.
''Regolamento del premio: questo premio non dovete passarlo a nessuno, ma tenerlo in un angolo del vostro cuore, per lucidarlo quando qualcosa non va o è solo appena grigio...per ripetersi sorridendo che siete unici e irripetibili. Lo consegno a tutti quelli che mi hanno premiato! Vi ringrazio di cuore, con un bacio.''

VELLUTATA DI ZUCCA


Vi ho già detto quanto ami la zucca.
Lo sapete che, oltre ad essere un concentrato di vitamina A e di betacarotene, pare sia anche un potente antitumorale?
Comunque sia, a parte le caratteristiche nutrizionali ed organolettiche di questo ortaggio..a me piace proprio per il suo sapore.
Ho scoperto che c'è anche chi non lo sopporta e, come sempre accade con un cibo che a noi è particolarmente gradito, sembra impossibile.
Comunque questa minestrina se la sbafano sempre anche i miei due piccoletti..due piatti per uno..per cui qualche pregio lo avrà.
Io la faccio molto semplice.
Preparo un brodo vegetale con una bella pentola di acqua, un po' di sale, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 1 carota ed 1 patata e porto a bollore a fuoco basso per almeno una 30' di minuti.
A parte faccio rosolare brevemente un porro o anche 2, 1 patata, o anche 2 dipende da quanto sostenuta voglio la vellutata, e la zucca..io vado ad occhio..ora ne ho una da 5 kg..ne avrò usato circa 1...tutto a dadini.
In un filo di olio extra vergine di oliva.
Poi copro con il brodo, in modo che sia almeno 2 dita sopra alle verdure abbasso il fuoco e faccio andare per circa 1 oretta...alla fine frullo tutto.
A piacere si può aromatizzare con zenzero o noce moscata..a me piace con niente.
La servo come vedete, con un po' di grana...unica concessione perchè ai bimbi piace il pane sbriciolato nella zuppa.
Altre minestrine sfiziose:

lunedì 22 settembre 2008

SOUFFLE' DI PEPERONI



Vi assicuro che questo piattino che mi girava tra un po' per le mani è una cosa strepitosa..io lo vedo bene anche per una cena un po' importante.
L'unico accorgimento con i soufflè è di non aprire assolutamente il forno.
E di montare a neve fermissima gli albumi.
A parte questa...sono di una leggerezza unica e si adattano bene anche ad una cena o pranzo importanti.
Questo comunque..mi ha stupito soprattutto per la salsa.
Un abbinata veramente interessante.


SOUFFLE' DI PEPERONI CI
250 gr peperoni gialli arrostiti
100 gr yogurt naturale
40 gr farina
40 gr burro
30 gr grana grattugiato
2 uova
noce moscata
basilico
brodo vegetale-io acqua-
sale
pepe
burro e farina per gli stampini
Pelate i peperoni, liberateli dai piccoli, dai semi e dai filamenti, frullateli e raccoglieteli in un tegamino con 60 di brodo--io ho messo acqua--
Portate ad ebollizione correggete di sale pepe quindi stemperatevi il burro maneggiato con la farina--in realtà ho messo burro e farina direttamente nei peperoni-- mescolare bene
Una volta che il composto si sarà intiepidito., unire i tuorli già battuti con grfana, noce moscata e 50 gr di yogurt.
Lasciar raffreddare completamente incorporare delicatamente gli albumi montati a neve fermissima con un pizzico di sal.e
Imburrare 6 stampini diam cm 7 h 4 che possano passare dal forno alla tavola e distribuirvi il composto...a ragione veduta anche 5.
Infornare a bagnomaria a 180° per 20'.
Io metto sempre un foglio di carta forno sul fondo per non fare ballare gli stampini.
Nel frattempo---fatelo !!! a momenti non lo facevo ed è una golosità unica---frullare lo yogurt rimasto con un goccio di acqua e poco sale.
Sfornate i soufflè.
Servite con la salsa.

RACCOLTA DELLA PASTA RIPIENA


Partecipo molto volentieri anche a questa raccolta della pasta ripiena di
Carmen anche qui partecipate numerose.. mi raccomando.
Spero di non aver dimenticato nessuno..sono un po' in arretrato se fosse non è cattiveria è solo che ho la testa a scuola con il mio bambino che non la prende tanto bene.
Scusatemi.

PIZZA GOURMET


Scusate già che ci sono vi segnalo anche questa iniziativa di Precisina, anche se mi pare la conosciate già tutte..
Comunque se qualcuno vuole partecipare trovate tutte le indicazioni necessarie qui son tutte iniziative simpatiche e più siamo più divertente è.

HALLOWEEN PARTY


La gentile Ross mi ha fatto conoscere questa iniziativa che sta organizzando nel suo blog.

Poichè si tratta di una iniziativa molto carina, ve la segnalo a mia volta.
Vi metto qui le istruzioni e quanto pubblicato già da Ross nel suo post.
Il 31 Ottobre, come tutti sanno, sarà la notte di Ognissanti, ed ormai anche in Italia festeggiamo questa ricorrenza cristiana di origine anglosassone: la festa di Halloween (una contrazione di All Hallows Eve , Vigilia in onore dei santi). Sono affezionata a questa festa, perché eravamo negli Stati Uniti in Ottobre, dieci anni fa, per il nostro viaggio di nozze, e trovai suggestivo, passando nelle città e nei paesi del New England e per le strade di New York, vedere le villette, i negozi, i portoni adornati di zucche, di vasi di crisantemi colorati, di streghe e di scheletri anche molto divertenti. Si, lo so, sono mooolto in anticipo sulla data, ma é perché desidero che abbiate tutto il tempo di farmi pervenire le ricette dei vostri piatti, con le foto, dedicate appunto alla festività di Halloween, che pubblicherò insieme ai vostri nomi ed ai links dei vostri blog. Vi prego di far pervenire ricette, foto, nomi e links entro il 29 Ottobre, all’indirizzo di posta elettronica del blog: acasadiross@gmail.com. Allora tutti a casa di Ross per la notte del 31 Ottobre!

venerdì 19 settembre 2008

DUE PREMI E DUE CHIACCHERE

Ho ricevuto due premi.
AGGIORNAMENTO 25 NOVEMBRE:Ricevo questo premio anche da Mary
Poichè li avevo già postati ringrazio sentitamente, Serena che mi ha donato nuovamente questo


per le regole e quello che avevo postato rimando qui.Devo poi ringraziare nuovamente le gemelline perchè mi han dato questo





Di questo premio mi piace la foto perchè carica di significati e, secondo me, ogni commento è superfluo. Per questo invece vi rimando qui

Grazie ragazze.

Poi invece facciamo due chiacchere.

La scuola è cominciata.Noi non abbiamo ancora preso il ritmo, vuoi perchè la piccoletta ha ancora il gessetto, vuoi perchè il mio piccolo uomo non ne vuole sapere dei cambiamenti e son pianti ogni mattina.

E' pur vero che non ha ancora 6 anni poverino, li farà a dicembre, ma non credo il problema sia quello anche io son andata a scuola a 5 anni e non ho mai pianto, credo sia il carattere.

E' un emerito mammone e vuole stare con me e chi non vorrebbe stare con la mamme? a volte anche io...
Non vi dico come mi sento quando ogni mattina va piangendo in classe con la maestra, mi sembra che mi diano un pugno sullo stomaco.Sto male fino alle 1300 quando vado a prenderlo e vedo che sta bene ed è sereno.Non posso fare a meno di stare male.Anche se non mi faccio assolutamente vedere da lui, altrimenti è finita.Spero che si abitui perchè fino a che non si abitua mi fa vivere male.




Eccolo qui..si intravede anche il gessetto della piccola.
Per questa settimana ho tentato di coccolarmelo tutto quando arriva a casa in tutti i modi...anche con il cibo.
Per fargli capire che quando torna a casa la mamma c'è sempre.
E questo ha anche delle conseguenze qui..non riesco ad essere presente perchè ovviamente viene prima il mio piccoletto, il resto è tutto secondario.
Non vorrei sembrare troppo apprensiva, anzi tento di non esserlo proprio ma ogni bambino è un caso a sè, la piccola non ha il suo carattere e non prende niente così.




GIRELLE DI MOZZARELLA

In verità questa ricettina la conosco da quando non frequentavo nè internet nè il forum, l'avevo vista alla prova del cuoco, però da quando l'ha postata Germana --tra parentesi ragazze se non la conoscete, oltre che un ottima cuoca è una persona d'oro segnatevi tutte il blog perchè merita-- è diventata la ricetta delle girelle di Germana.
GIRELLE DI MOZZARELLA
250 g di farina Manitoba
5 g di zucchero
5 g di sale
10 g di lievito di birra
100 ml di latte
125 g di mozzarella
25 g di burro.
Farcia
50 g di concentrato di pomodoro, grana padano, origano

Sminuzzare la mozzarella nel mixer. Impastare tutti gli ingredienti, mozzarella compresa,e formare una palla omogenea e morbida.
Mettere l'impasto in una ciotola, coperto, per un'ora. Stendere quindi la pasta in un rettangolo alto 3 mm ca, spalmarvi il concentrato di pomodoro, spolverare di grana, cospargere di origano. Arrotolare dal lato più lungo fino a formare una specie di "salame".Tagliare poi a fettine non troppo alte,e adagiare le girelle sulla leccarda foderata di cartaforno.
Far lievitare un'ora.
Cuocere a forno preriscaldato 180/200° per 10 minuti circa.
Sono sofficissime
Note Michela:
io li ho messi in forno dopo il frigo ed ho acceso con le girelle dentro altrimenti non lievitavano perchè ho il frigo troppo freddo a -1.
Perfette.

PASTA CON ZUCCA E PANCETTA

Io adoro la zucca..c'è chi non la sopporta ma io l'adoro semplicemente.
Queste paste lo dimostrano, qui ne trovate una originale con il pesce
e qui con il radicchio, e qui con i carciofi.
Questa volta invece l'ho fatta classica e semplicissima ma sempre a me gradita.
Allora, ho preso la pancetta affumicata, ma si può usare una buona salsiccia ed in una padella antiaderente ci ho messo la pancetta senza niente a rosolare.
E da qualche parte bisogna pur risparmiare calorie.
A parte ho messo un filo di olio mezza cipollina -ottimo anche il porro se lo trovate- e la zucca a dadini a rosolare aiutandomi con acqua e salando a fine cottura.
Io ho cotto fino a disfare la zucca..altrimenti qui i piccoli non la mangiano, a me personalmente piace trovare i dadini di zucca un po' più salda..ma ci riproverò ...
Poi amalgamo il tutto alla pasta ed alla pancetta e servo con grana a piacere.

PANE ARABO AL FARRO




PANE ARABO AL FARRO CI AGO 08
300 gr farina 00
300 gr farina 0 -io manitoba-
50 gr farina di avena-io ho frullato l'avena-
50 gr di farina di farro
18 gr lievito-io mezzo cubetto di lievito di birra-
8 gr sale
Riunire le farina in una ciotola aggiungere il lievito sbriciolato e 420 gr di acqua.
Impastare velocemente per 5', poi unire sale, trasferire sulla spianatoia e lavorarlo fino a renderlo morbido ed elastico-io ho fatto tutto con il ken-
Far lievitare 3 ore coperto.
Sgonfiare.
Dividete in 10 pani da 110 gr l'uno.
Impastarli a forma di panino e far lievitare altri 30'.
Sul piano di lavoro sfarinato con farina 00 formare dei dischetti schiacciando le palline.
--Fatto infatti mi son cresciuti più di quando voglio i panini adotterò questo metodo quando li voglio gonfi--
Mettere su lastra foderata di carta forno.
Spruzzarli--io uso uno spruzzino per i fiori nuovo che ho preso per questa operazione-- di acqua tiepida.
Far lievitare.
Io li ho spruzzati nuovamente di acqua e li ho messi in forno a 180° per circa 20' con una ciotola di acqua sul fondo.

POLPETTE DI MELANZANE ''LIGHT''

Certo che quando io decido di fare le cose light vado proprio giù pesante.
Allora lo scopo di questa ricettina era smaltire un po' di melanzane che non son in sè caloriche, è solo che assorbono due quintali di olio ogni volta che le si cucina ed allora...cricchete cricchete il mio cervello che per queste cose funziona bene ha alleggerito la ricettina.
Tutta al microonde, così olio non ne vedete, non ce n'è e le polpettine sono un po' asciutte è vero..si potrebber però rimediare con una salsina leggera al pomodoro...però i miei se le son mangiate pensando fossero di carne..eheheh! allora a me è anche andata bene.

POLPETTE DI MELANZANE ++
1 kg melanzane
1 uovo intero
sale
pepe
60 gr asiago grattugiato
pangrattato qb
maggiorana a piacere
menta a piacere
1 spicchio di aglio piccolo
Passare al microonde 850w per 10' le melanzane a perte con la parte aperta verso il basso.
Farle intiepidire poi con un cucchiaio scavare la polpa..si può anche usare tutto..vengon solo molto scure.
Passare al mixer la polpa e tutto tranne il pane.
A mano, con un cucchiaio di legno, amalgamare bene il pangrattato -con moderazione le polpette devono essere appena lavorabili altrimenti vi trovate con sanpietrini invece di polpette-fino ad avere un composto morbido ma che tenga la forma.
Formare le polpettine.
Adagiarle in un pirex da microonde.
Passarle in forno microonde a 850w per circa 4'-4'30'' a seconda del forno.
Note:
Volendo prima di mettere le polpette in forno si possono ungere con un filo di olio o mettere un filo di olio sul fondo della pirofila

martedì 16 settembre 2008

OSCAR 2


Questo lo riposto perchè , scusate, io non mi sarei mai sognata di vincere l'oscar, ma tantomeno di riceverlo più di una volta.
Invece Danea mi ha preso di mira...eheheh! scherzo..non si è ancora stancata di premiarmi.
Ed, anche se non ho tempo, non potevo perdere l'occasione per lustrarmi un po' le unghie sulla giacca.
Per le regole vi invio qui però l'idea di rimettere l'oscar mi piaceva troppo..son peggio dei bambini no?
ciao
Aspetta aspetta un altro oscar...Grazie Tiziana ehi ho superato Meryl Streep

ANCHE IO SU BLOGHISSIMO





Dopo aver visto su vari blog che molti partecipavano a questa iniziativa, ho deciso di provarci anche io..solo che ho la connessione altalenante che si mangia qualche messaggio...
Facendo il controllo incrociato tra le mail ho trovato la mia accettazione.
yuppi!!!
Allora ce l'ho fatta anche io.
E sono anche io lieta di annunciarvi di far parte del popolo di bloghissimo.
Se volete fare anche voi parte di questa tribù, cliccate qui

lunedì 15 settembre 2008

PREMIO ACE

La mia amica Nuvoletta mi ha fatto dono di questo premio.
Io vorrei vorrei veramente darlo a tutti.
Sono, però , di corsa e cito solo una mia altra amica..di rete.
Raffaella

qui trovate tutto il regolamento.
NASCE IL PREMIO "BLOG VITAMINICO A.C.E.".
creato dal Blog Life is Miao!.
Che cos' è e come si assegna:."Blog vitaminico a.c.e." è una targa, un riconoscimento di stima e apprezzamento per lo stile, la grafica, i contenuti e l' energia che il premiato trasmette con il suo blog..
Chi ne ha ricevuto uno può assegnare quanti premi desidera, in qualunque momento.
Per poter prelevare il premio però è necessario premiare a nostra volta almeno un blog. .
Non c' è nessun limite, dimostrate il vostro apprezzamento con questo premio ogni volta che lo desiderate!.
Per farlo basta scrivere un post inserendo un link che riporti a questa pagina così da permettere al premiato di leggere il regolamento e prelevare la sua targa ed infine elencare i blog che desiderate premiare (potete accompagnare il premio da una motivazione)
Non dimenticate di linkare chi vi ha assegnato il premio (come simbolo di gratitudine).
A questo punto non vi resta che far sapere ai vostri amici che nel vostro blog c' è un premio che li aspetta!!.ATTENZIONE: IL PREMIO "BLOG VITAMINICO A.C.E." SI DISSOCIA DAL PREMIARE BLOG CON CONTENUTI RAZZIALI, DISCRIMINANTI, VIOLENTI O PORNOGRAFICI
.REGOLAMENTO:.- prelevare il premio facendo "copia e incolla" del codice html (lo trovate a fine regolamento) ed inserirlo nel proprio blog. Se desiderate potete anche scrivere la motivazione per la quale lo avete ricevuto.- linkare il blog che vi ha consegnato la targa come simbolo di apprezzamento e gratitudine.- scrivere un post creando un link a questa pagina per permettere ai premiati di leggere il regolamento e prelevare la targa.- premiare almeno un blog, se non ne avete nessuno da premiare non vi è concesso prelevare il vostro premio!.

SCARABOCCHI CON VERDURE E SCAMORZA

In realtà per questa pasta andrebbero usati i bucatini..ma a parte che al massimo trovo gli spaghetti e poi avevo aperto una busta di scarabocchi..ed io vado in ordine di apertura pasta...spiacente!
E' il mio modo di fare economia domestica.
Dopo magari consumo in altre maniere ma appena mi rendo conto mi rimedio..spero e credo.
Ecco la ricettina.
L'ho provata anche senza scamorza con il grana e lo zafferano..molto buona.


BUCATINI CON SCAMORZA CI
bucatini g 350 - falde di peperone (rosso, giallo, verde), in tutto g 350 - zucchina g 200 - scamorza g 150 - cipolla g 30 - capperi - origano in polvere - prezzemolo - basilico - olio extravergine - sale - pepe nero in grani
Preparazione
Portate a bollore abbondante acqua salata che vi servirà per cuocere la pasta. Intanto, riducete a listerelle i peperoni e la zucchina. In una padella, soffriggete in un velo d'olio la cipolla affettata a velo; unite nel soffritto un pizzicone di origano, un cucchiaio di capperi tritati, alcuni gambi di prezzemolo, i peperoni e la zucchina; salate, fate stufare lentamente per 5' poi trasferite nella padella i bucatini lessati al dente e un mestolo della loro acqua di cottura. Saltate la pasta, togliete il prezzemolo, unite la scamorza a dadini, alcune foglioline di basilico, completate con una macinata di pepe e servite.


PASTA AL POMODORO INSOLITA


Eccomi qua...oggi è il primo giorno di scuola del mio piccolo ometto.
Credevo di essere emozionata più io di lui che sembrava tranquillissimo ed invece era agitato pure lui..
Chissà se da grande si ricorderà questa esperienza...io mi ricordo solo un bambino urlante che era in classe con me di cui ricordo nome e cognome...degli altri non ricordo nulla, ho vaghi ricordi.
Io la scuola la adoravo..ci han pensato gli altri con gli anni a farmela odiare..è lungo il percorso fino all'università e pieno di avversità e di gente che sgomita.
Un concentrato di quello che ti proporrà la vita..almeno le mie vicissitudini lo son state.
Comunque una lacrimuccia..beh diciamo un centinaio le ha versate anche il mio pargoletto..facendomi sentire un mostro non so per quale ragione..forse perchè ero impotente di fronte a qualcosa di inevitabile.
Spero che da domani sia un'altra storia anche perchè se son bravi ad insegnare fanno appassionare alla scuola.
E' stato un tour de force perchè han deciso di farci stare tutti assieme a scuola dalle 9 alle 1200, io avevo anche la piccola incidentata--apro parentesi per dire che sta benissimo e faccio fatica a scarozzarla in passeggino perchè salta in piedi e giù e sopra ai divani, insomma fa tutto quello che non dovrebbe fare...a proposito sapete come si fa il bagno ad uno con il gesso? no? basta mettere un sacchetto per il congelatore attorno al piede e legarlo con il nastro..ovvio non è un bagno è una doccia..però insomma meglio di non lavarsi---
E così siamo arrivati a casa affamati come lupi.
Prima volta che mangiano tutto tutti senza far storia...che bello!!!
La pasta non è quella che ho fatto oggi...in onore al piccolo uomo ho fatto la sua pasta preferita pomodoro e tonno, questa l'ho fatta l'altro giorno..
E' semplicemente una pasta al pomodoro.
A volte per variare ho visto che anche a scuola mettono la panna..certo non quella che metto io quella fresca..no solo panna vegetale e da cucina..che io non amo.
Per cui questa volta ho voluto farla con lo yogurt greco..ho provato senza metterne tanto solo 2 cucchiai per vedere se arrischiarmi..la prossima volta metto più yogurt perchè viene proprio buona.

venerdì 12 settembre 2008

PETTO DI POLLO CON SALSA AI PEPERONI E PASTA CON SALSA AI PEPERONI

PETTO DI POLLO CON SALSA DI PEPERONI ALLO YOGURT
Ingredienti:
500 gr di petto di pollo
4-5 peperoni colorati--io ho usato per lo più verdi-- e piccoli, altrimenti 1 grande
olio extravergine di oliva
sale
preparato per arrosti
vino bianco secco
yogurt magro greco
semi di cardamono
Preparazione:
In una padella mettere i peperoni lavati asciugati, mondati di picciolo, filamenti e semini, fatti a dadini a cuocere con un filo di olio, salare ed aggiungere 1 mestolo di acqua calda.
Portare a cottura , ci vogliono circa 15' a fuoco basso-io ho coperto la pentola-
In un'altra padella mettere in un filo di olio extravergine di oliva il pollo a dadini e far rosolare.
Poi unire mezzo bicchiere di vino bianco e portare a cottura, scoperto, salare ed a fine cottura unire i semi di cardamono -io ne ho messi 4-5 ma senza aprirli- altrimenti ne basta 1.
Quando è cotto mettere sul piatto di portata.
Per la salsa frullare i peperoni con il fondo di cottura, aggiustare di sale, unire il preparato per arrosti -io uso quello della cannamela- la maggiorana, e 3 bei cucchiai di yogurt greco.
Servire assieme al pollo
In teoria sarebbe un piatto per 4 forse..ma qui ce lo siamo mangiati in due.

Primo piano della salsina..che buona. Non ho resistito con la salsina avanzata..ho un po' esagerato con i peperoni..ma tanto ne ho in quantità ho deciso di farmi questa pasta--anche perchè son stata all'ospedale fino alle 1300 e non potevo certo fare altro in velocità--

l'ho arricchita con un po' di pancetta affumicata rosolata in padella antiaderente senza alcun condimento

SFOGO 2--CONTINUA LA SAGA

Come promesso..vi aggiorno sul seguito della vicenda di cui qui
Allora come vi avevo raccontato ho passato non so quante ore all'ospedale in due giorni..credo facendo la somma più di mezza giornata.
Mercoledì colpo di scena.
La piccola camminando si sfila il pedalino.
Ora.
Premesso che prima di metterglielo mi hanno chiesto se è una bambina vivace.
La mia risposta è stata ''si, molto. Se stesse ferma e calma non si sarebbe fatta male''.
Allora hanno optato per un pedalino perchè era una cattiveria come l'ha definita l'ortopedico fasciarla fin sulla caviglia.
Ergo, quando mi son trovata con il pedalino in mano glielo avrei volentieri fatto mangiare.
Ho dovuto tornare al pronto soccorso e rifarmi altre 3 ore di code tra burocrazia di pronto soccorso tipo spostare la macchina altrimenti prendiamo la multa..farsi la coda essere giudicati codice bianco --vabbè è un pronto soccorso--un solo medico di guardia che doveva vedere uno alla volta...ci ha mandati in ortopedia...le hanno rimesso il pedalino che avevo in mano e fasciato dietro alla caviglia---E QUI SCATTA IL MAIUSCOLO...MA NON POTEVANO FARGLIELO DIRETTAMENTE LUNED' ??? POSSIBILE? MA PENSANO CHE LA GENTE NON ABBIA NIENTE DA FARE CHE CORRERE INTORNO COME TROTTOLE????
PER FORTUNA CHE NON E 'UNA COSA GRAVE PERCHE' SE UNO STA PURE MALE E DEVE GIRARE COSI' NON SO VERAMENTE COME FANNO DOPO AD IMPEDIRE CHE CERTI GENITORI STACCHINO LA SPINA???SCUSATE PICCOLA DISGRESSIONE---
Dopodichè siamo dovuti ritornare al pronto soccorso, ho dovuto attendere 20 minuti per poter sporgere la carta dell'ortopedia per poter chiudere la pratica ed aspettare un'altra ora che il medico famoso unico del pronto soccorso vedesse come era stata risolta la cosa....
Fine!
Per ora perchè martedì prossimo devo ritornare all'ospedale per i raggi.
Per chi abitasse in altre regioni d'Italia qui lunedì si comincia la scuola ed io ho il grande che va in prima...quindi non occorre spiegare oltre vero?
Se sarò un poco distratta in questi giorni ed un po' assente dai vs blogs e non potrò comunicare tanto velocemente questo è il motivo.
La mia piccoletta comunque sta bene --tant'è vero che corre e non dovrebbe nemmeno poggiare il piede per terra e vuole andare al parco--

giovedì 11 settembre 2008

MELANZANE GRIGLIATE AL FORMAGGIO


Questo è un ottimo contorno, alternativa alle melanzane al funghetto anche perchè è molto più veloce.
Ho praticamente cotto in padella le melanzane e poi le ho passate al microonde per circa 10'.

MELANZANE GRIGLIATE AL FORMAGGIO CI LUG 06
800 gr melanzane
2 fette di pancarre'
grana grattugiata
prezzemolo
menta
olio
sale
pepe
Preparazione:
Spuntare e tagliare a dadotti le melanzane.
Fatele appassire con olio extravergine di oliva per circa 10'.
Se le volete piccantine potete aggiungere sale ed un po' di peperoncino.
Oppure le lasciate così, come ho fatto io, e le coprite con le fette di pancarrè mixate con le erbe, sale, pepe, grana a piacere, io ho messo una bella cucchiaiata.
Io le erbe avendo finito il mio prezzemolo e non avendo la menta fresca, ho usato menta secca e maggiorana.
Disponete le melanzane in una pirofila cospargere con il trito e passatele sotto al grill per 10' -io l'ho fatto al microonde--
Volendo si possono anche arricchire con pezzetti di formaggio o acciuga o entrambe ed allora diventano un piatto unico.

mercoledì 10 settembre 2008

UN ALTRO PREMIO


Marble mi ha premiato nuovamente con questo ed anche Maya
Ringrazio anche lei e rimando qui per le regole e gli assegnamenti che avevo già fatto.

CIAMBELLA SALATA ALLO YOGURT




Era un po' che volevo fare questa bella ciambella salata di Maura B.
Finalmente ce l'ho fatta.
L'occasione una giornata di corsa per cui mi son preparata questa prima di uscire per tornare con la cena pronta.
Unica differenza rispetto alla ricetta è che ho cotto in Petronilla per cui ho messo sul fuoco piccolo al massimo per 5' e poi ho abbassato a fuoco medio fino a cottura..ci son voluti su per giu' tre quarti d'ora..comunque ho fatto prova stecchino.
Ecco abbondare nel ripieno...io avevo paura di aver abbondato troppo ed invece...sarebbe stata ancora più buona...comunque avevo messo l'asiago che praticamente si è sciolto...buonissima!
Grazie Maura!!!

CIAMBELLA SALATA FARCITA
(Maura Basaglia)
260 gr. Farina 00
3 uova medie
1 vasetto yogurt al naturale
50 gr olio evo
3 cucchiai parmigiano grattugiato
½ bustina lievito Pizzaiolo
6 cucchiai di latte
Un pizzico di sale
Farcitura :
prosciutto cotto rustichello
olive verdi
fontal belga

Frullare bene le uova con l’olio, aggiungere lo yogurt, il parmigiano, il sale, la farina ed il lievito. Tenere il latte per ultimo da aggiungere se serve. L’impasto deve essere un po’ morbido.
Oliare uno stampo a ciambella e metterci meta’ composto.
Aggiungere la farcitura : un primo strato di prosciutto, poi fontina e olive ed un secondo strato di prosciutto.
Aggiungere il rimanente composto e livellare.
Cuocere in forno ventilato 170° per 30-35 minuti.

PANE AI SEMI DI PAPAVERO


Una variante a questo che avevo fatto con il lievito madre.
Dopo averlo defenestrato definitivamente ora vado avanti con lievito di birra.
Ho fatto questa variante che mi è piaciuta molto.
La ricetta l'ho presa da un librino per la macchina del pane e le note sono le mie varianti.


PANE AI SEMI DI PAPAVERO
360gr farina 0 -io 00-
240gr farina manitoba
2 cucchiai di strutto
4 cucchiai semi di papavero
1 cubetto di lievito -io mezzo-
2 cucchiai rasi di zucchero -io malto di frumento-
1 cucchiaio raso di sale
300ml latte (all'incirca)-io 250 gr di yogurt greco magro e latte qb ad avere l'impasto lavorabile-ma è bastato un goccio.
Note Michela:
Io l'ho impastato e cotto con la macchina del pane per mia comodità...però ovviamente si può anche fare in forno magari facendo una bella treccia.
Nel caso di cottura in forno io farei 5' circa a 200° e poi abbasserei a 180° per finire cottura..si sente il profumo ed eventualmente si batte il fondo del pane --deve suonare a vuoto--
Con una ciotola di acqua sul fondo del forno.
Ed in forno magari darei una spruzzata al pane con acqua da uno spruzzino e coprirei la superficie di semi di papavero.
Si può anche fare con i semi di sesamo.

PIZZA CON IMPASTO SENZA IMPASTO

Come promesso a Paoletta ho provato la sua pizza rossa con impasto senza impasto.
Ci è piaciuta moltissimo.
Peccato non esser riuscita a fotografare l'interno per farvi vedere che belle bolle aveva..gonfiava anche mentre lo stendevo in verità.
Qui però, quando si parla di pizza...si comincia a mangiarla ancora bollente, quando ci si ustiona la bocca con la mozzarella per intendersi.
Son riuscita a fotografare questa perchè era la seconda ed i lupi si stavano già divorando la prima.
Ottima veramente.
Se vi va di provarla vi metto la ricetta, per le note e la ''storia'' della nascita dell'impasto vi invito a leggervi il post di Paoletta in alto..secondo me merita.


PIZZA ROSSA ANICE E CANNELLA
Ingredienti:
400 gr di farina 0 (io uso la 0 della coop, o la farina per pizza 3 Mulini dell'Eurospin, secondo me ottime perchè assorbono bene tutta l'acqua)
300 ml di acqua
16 gr di olio (2 cucchiai)
8 gr di fiocchi di patate (1 cucchiaio)
5 gr di sale (1 cucchiaino)
5 gr di malto, in mancanza miele o zucchero (1 cucchiaino raso)
10 gr di lievito
pomodori pelati spezzettati
olio evo
sale
origano

oppure condimenti a piacere (ve la consiglio con le patate... è mitica!)
Procedimento:
Mettere la farina, i fiocchi di patate, il sale, l'olio tutto in una grossa ciotola.
Versare tutta l'acqua, dove si è precedentemente fatto sciogliere per 10' il lievito e il malto e mescolare velocemente, come si vede nel video del no knead bread
Coprire con un sacchetto di nylon o con pellicola e mettere in frigo a 4°per 24h.
In pratica è possibile impastare la sera prima, per averla pronta la sera dopo a cena. La sera dopo tirar fuori l'impasto circa 2 ore e 1/2 prima di infornare e lasciarlo a temperatura ambiente per 2 ore.
Dopodichè rovesciarlo sulla spianatoia ben spolverata di farina di grano duro, spezzare in due e dare ad ogni pezzo le pieghe di Adriano quelle del primo tipo.
Lasciar riposare coperto con un panno umido per circa 20 minuti. Poi stendere poi in due teglie di circa 25 x 30 cm. e vedrete come questo impasto si stenderà a meraviglia sotto le vostre mani!!
Condite a piacere e infornate in forno caldissimo, ventilato a 250°
NOTE Michela:
Come da consultazione con Paola io ho omesso i fiocchi ed ho leggermente ridotto l'acqua.
Per quanto riguarda la farina ho usato la manitoba della Spadoni. perchè non riesco a recuperare la farina della coop.
Sicuramente se Paoletta l'ha provata ed ha già verificato che quella farina assorbe bene l'acqua se riuscite a trovarla non esitate a comperarla...

martedì 9 settembre 2008

PREMI PREMI ED ANCORA PREMI




Le due simpatiche gemelline mi han fatto dono di questo

Un altro premio sull'amicizia di cui non ho capito bene le regole ma suppongo ci sia da assegnarlo a 8 blogs amici no?

La sempre attiva Cristina di questo premio, unitamente a Farfallina


....."Non a tutti piacciono i blog, per la maggior parte i nostri obiettivi sono di mostrare le cose che creiamo e di fare amicizie nuove, ma ci sono persone alle quali non interessa affatto quando si dona loro un premio, non lo scrivono, ed in questo modo si contribuisce a spezzare questa catena... e noi vogliamo che si spezzi o che si propaghi??? Cerchiamo allora di prestare un pò di attenzione... dovremo nominare 8 bloggers che dovranno riportare questo stesso testo...." :-))





la tenera Pamy e la nuova amica Danea mi fa dono nuovamente di questo graditissimo




Ringrazio tutte e tre per i graditissimi premi.
Purtroppo non ho tempo oggi di premiare 8, 8, 8 fan 24 vero? ecco 24 blogs ed allora facciamo così, solo per la giornata di oggi...l'ho già visto fare si può vero? non è che non mi interessi o sminuisca il valore del premio..è che ho qualche problemino di tempo in questi giorni agli sgoccioli prima dell'inizio della scuola con un bimbo che mi va in prima elementare ed un'altra che si è infortunata...mi capite vero?
Ecco solo per oggi dono questi 3 premi a chi passa di qua..
Sappiatene fare buon uso.
L'amicizia è una bella parola ma fate in modo che sia qualcosa di più di una parola.
Tutte le parole racchiudono un mondo di emozioni, di sentimenti, forse pesarle un po' di più prima di pronunciarle potrebbe fare di questo mondo un mondo migliore che dite?
Cominciamo nel ns piccolo?

POLPETTE ALLO ZAFFERANO

Queste son sempre le solite cose che devono fare le mamme per far mangiare la carne a chi non la vuole vedere...dico io...
Almeno diamo un po' di soddisfazione anche al palato degli adulti no?
In ogni caso anche lo schizzignoso ha apprezzato molto.



POLPETTE ALLO ZAFFERANO CI
800 gr carne trita -io ho usato un misto di vitello e bovino suino-
150 gr pangrattato
1 dl di latte
2 bustine di zafferano
2 uova
prezzemolo
3 cuk di parmigiano
1 bicchiere di vino bianco
olio sale pepe
Unire alla carne trita il latte, sale pepe uova prezzemolo formaggio e pane.
Aggiungere poi lo zafferano stemperato con poca acqua calda.
Manipolate bene tutto con le mani e formare delle polpette che farete imbiondire con olio.
Scolare olio mettere un bicchiere di vino bianco che lascerete evaporare per qualche min.
Aggiungete 2 bicchieri di acqua e far cuocere a fuoco lento per circa 30'.
Servire su un piatto di portata caldo
---
Ho avanzato 6 polpette di numero..ed allora il giorno seguente ho fatto gli spaghetti con le polpette con un buon sughetto di pomodoro...spazzolato tutto.

lunedì 8 settembre 2008

CARBONARA DI ZUCCHINE


CARBONARA VEGETALE
480 gr pasta
400 gr zucchine
50 gr grana padano
2 tuorli
zafferano
olio sale pepe
Riducete a rondelle le zucchine e friggetele in abbondante olio scolandole su carta da cucina.
Scaldate una capiente ciotola versatevi i tuorli il grana mezza bustina di zafferano sale pepe.
Lessare la pasta, servitela con i tuorli e le zucchine

SFOGO

Scusate...
Non ce la faccio devo sfogarmi.
Sabato abbiamo avuto un piccolo incidente.
La mia piccoletta è caduta al parco giochi...mannaggia a loro ed a quando mettono i giochi e poi non fanno manutenzione...e si è fatta male.
A prima vista sembrava niente...poi invece domenica si è gonfiata e quindi siamo corsi al pronto soccorso.
Dopo ben 3 ore di attesa...la visitano.
Dubbio frattura per cui ci mandano a fare i raggi..altre 3 ore di attesa.
Per fortuna la bimba era buona e per fortuna essendo domenica son riuscita a lasciare l'altro bimbo da mia mamma.
Facciamo i raggi e ci pregano di aspettare l'esito --??-- vabbè aspettiamo-1 ora- e ci danno i raggi e ci chiediono se abbiamo già fissato la visita con l'ortopedico.
Io ho pensato -acc-veramente ho pensato un'altra cosa piena di zz comunque...ho pensato acc allora ha una frattura...ovviamente nessuno dice niente..dobbiamo tornare al pronto soccorso..altra attesa di 40 min-questa volta veloce no?-
Il medico ci conferma essere la frattura...e ci dice che però l'ortopedico non c'è..bisogna tornare lunedì..nel frattempo le mette un cerotto.
Andiamo a casa finalmente...il cerotto ovviamente dura 30' più o meno.
Non è finita.
Lunedì ore 0700 sveglia.
Tutti in piedi tutti e 4 pronti via ripartiamo per andare all'ospedale...
Direzione ortopedia.
Arriviamo coda chilometrica...tutti con appuntamento, fermo l'infermiere per chiedere informazioni e dare la carta del pronto soccorso e spiegare che la bimba non ha più la medicazione mi stoppa e mi manda in coda....1 ora e mezza.
Finalmente posso accedere all'infermiere scorbutico che prende la carta e mi dice si sieda lì.
Mi siedo lì.
Dopo 1 ora di attesa vien fuori e mi dice che ci faccio seduta lì, devo spostarmi là.
Altra ora e mezza di attesa...specifico sempre con bimba in braccio...perchè non può stare in piedi mentre tutti altri avevano la carrozzina e male per carità ma non erano urgenti visto che erano tutte visite ortopediche da impegnativa..comunque non sindachiamo.
Dopo altra ora e mezza..ho perso il conto di che ora era...però stavo perdendo anche le staffe..finalmente ci chiamano.
Constatano che c'è una frattura--sorpresa!! ma non l'avevano già constatata domenica?-- e mi chiedono che fare..--a me??--- rispondo fate quello che dovete fare--dovete ingessare? dovete incerottare? non lo so non sono un medico...
Dopo consulti tra 2 medici e 2 infermieri decidono per un pedalino ma mi dicono di legarlo con un elastico perchè tende a slacciarsi...chiedo non potete farlo voi..no no signora lo faccia lei basta una graffetta e l'elastico..
Direte finito?
noooooo
Adesso signora dovete andare giù al pronto soccorso e chiudere la pratica.
Poi dovete andare dal pediatra a farvi fare 2 impegnative 1 per i raggi ed 1 per la visita pediatrica.
Poi dovete andare all'ufficio prenotazioni dell'ospedale e prendere appuntamento.
Ovviamente prima fate prima tornate.
Ok.
Andiamo giù al pronto soccorso.
Non c'è posto per parcheggiare, marito --persa 1 giornata di lavoro--in auto con figli ed io di nuovo al pronto soccorso.
Mezz'ora di coda...tocca a me.
Dò la carta e mi guarda come fossi demente.
Mi dice che vuole?
Ed io chiudere la pratica..
E lui: chi le ha detto di farlo?
Io: su in ortopedia
Lui: a me risulta già chiusa
Io:°ç°LL°ç°ç°ç
ed esco.
Corriamo dalla pediatra.
Non c'è, è in ferie o non so dove..c'è il sostituto.
Altra attesa di 30 min...miglioriamo no?
Entro mi chiede dove come perchè..finalmente dopo il terzo grado e dopo avergli dato la carta dell'ospedale con le richieste di impegnative riesco ad avere le due agognate carte.
Mio marito ci deposita a casa.
Lui parte per ufficio prenotazioni tanto giornata persa per persa, ...60 min di coda.
Chiudono ufficio 3 persone prima di lui e riducono la fila tanto c'erano solo 70 persone in coda....
Finalmente raggiunge l'addetto e gli presenta le carte....
Ma non vanno bene.-Addetto
E perchè?-mio marito
Perchè c'è scritto urgente-Addetto
E allora?-mio marito
Se è urgente la visita va fatta entro le 72 ore-Addetto
Scusi eh? Noi abbiamo detto al pediatra che la visita ed i raggi va fatta tra 7 giorni..-Marito
Così non va bene..deve rifare l'impegnativa-Addetto
ç°ç°ç°çç°-Marito
Fine della storia per ora.
Il pediatra al pomeriggio non c'è perchè è un sostituto domani nemmeno...

Ok non commento ho solo esposto i fatti questa è la sanità italiana.
Almeno mi son sfogata.

POMODORI AL NATURALE



Quest'anno ho deciso di darmi alle conserve...non sia mai che scopro che posso senza avvelenarmi avere le mie verdure anche di inverno...


Questi banalissimi pomodori sono semplicemente tagliati a tocchetti, dopo essere stati ovviamente ben lavati e mondati, e messi in vasetto con 2 fogliette di basilico.


Fine.


I vasetti già sterilizzati, così come i tappi ovviamente, e messo tutto a pastorizzare in acqua da fredda-mi raccomando l'acqua esterna deve sempre essere alla stessa temperatura dell'alimento invasato per evitare crepe nel vetro- per circa 25'-30' dall'inizio del bollore.


Tra i vasi ho messo un canovaccio per evitare che i vasi bollendo e scuotendosi potessero rompersi.

venerdì 5 settembre 2008

MELANZANE SOTT'OLIO


Beh non so se si vede...comunque son melanzane sott'olio.
Ne ho a quintalate non so più dove metterle...allora un po' le ho destinate anche a questo.
Ho preso 2 kg di melanzane viola lunghe, lavate ed asciugate, tagliate a listerelle..io non le ho sbucciate perchè mi piace anche la buccia, le ho messe a spurgare con sale grosso per circa 1 oretta..in realtà non servirebbe perchè le melanzane sono belle fresche..però l'ho fatto ugualmente.
Trascorso questo tempo le ho sciacquate e strizzate bene.
Ho messo a bollire mezzo litro di aceto di vinoe mezzo litro di acqua e quando è arrivato a bollore le ho tuffate poco alla volta e sbollentate per 2-3 minuti.
Scolate e lasciate tutta la notte ben stese ad asciugare su di un canovaccio pulito --se volete evitare che si sporchi anche su carta casa-- e coperte da un canovaccio.
Il giorno successivo ho proceduto all'invasamento in vasi lavati asciugati e sterilizzati-idem i coperchi ovviamente- mettendo a strati le melanzane, olio poi ho messo uno spicchio d'aglio per vasetto-io l'ho messo intero, si può anche mettere tritato ed abbondare..a me non piace tantissimo per cui uno per vasetto da 250 ml, origano fresco 1 rametto ed 1 peperoncino-
Coperto bene con olio tenendomi ad 1 cm dal bordo, chiuso.
Messo a sterilizzare in acqua fredda portata a bollore per 30' circa, forse un po' di più ed ho messo un canovaccio tra i vasetti perchè non si rompano.
L'acqua 4 dita oltre i vasetti almeno.

BAT BOT



L'altro giorno avevo voglia di mangiare un po' di pane ma non avevo tempo e mi son ricordata di questa ricettina che avevo visto su Cookaround e l'aveva modificata leggermente anche Laura qui e mi son attenuta alle sue varianti.
Unica cosa non ho attrezzo per piadina, ho usato una banalissima padella dove faccio le uova..e non so nemmeno se era antiaderente visto il risultato..comunque si è carbonizzato dove c'era eccesso di farina..però molto morbido..ho intenzione di ricimentarmi.

BAT BOT LAURA IN CUCINA
BAT BOT
110 g di farina 00
100 g di farina di semola di grano duro
3 g di lievito di birra secco Mastro Fornaio
1 cucchiaino di zucchero
150 g di acqua
4 g di sale


Ricetta di lunaesole di cookaround , leggermente modificata da me.

Ho mescolato le farine con lo zucchero e il lievito in una ciotola.
Ho aggiunto l'acqua e il sale ed ho impastato un po'.
Ho messo in frigo a lievitare perché adesso è molto caldo (33°C) e io dovevo uscire.
Dopo un'ora ho tolto dal frigo, ho impastato bene e, aiutandomi con altra farina 00 ho formato 4 palline e ho lasciato a lievitare, coperto con un asciughino pulito.
Con questo caldo la parte esterna delle palline si è asciugata e mi è toccato spruzzare con acqua per ammorbidire.
Al momento di cuocere ho allungato con le mani l'impasto e ho cotto su un testo da piadina inaderente.

----
Io non ho messo in frigo..per cui è anche veloce da fare.

UNA PASTA AL POMODORO SPECIALE


Quanti modi esistono di preparare il sugo al pomodoro?
Non uno per donna si intende..ne ho solo io 3 diversi sempre apprezzati...
Questo è un quarto...visto che lo abbiamo apprezzato.
Un sugo di pomodoro fatto con cipolla olio pomodori freschi sale e..udite udite invece del peperoncino ci ho messo 1 cucchiaio di pesto alla genovese.
Buono.

L'AMICIZIA


Ringrazio Raffaella per avermi nominata per questo premio così speciale.
Il riconoscimento d'amicizia viene assegnato a profili e blog che si ritengono amici o perlomeno simpatici. Il suo scopo è di dimostrare a chi si dona la propria amicizia e simpatia...REGOLAMENTO:Al ricevimento del riconoscimento, citare il nome di chi vi ha ritenuto suo amica/o mostrando il nome del suo blog o profilo. Scegliere un minimo di 7 profili o blog che sono i tuoi amici o che ritieni siano meritevoli della tua simpatica attenzione. Mostra il loro nome e avvisali che hanno ricevuto il segno della tua"AMICIZIA"
Io a mia
volta nomino
E tutti gli altri amici nuovi che ho conosciuto e che mi allietano le giornate sul web.
Grazie.
Un abbraccio a tutti.

mercoledì 3 settembre 2008

MARMELLATA DI PRUGNE


Beh veramente sarebbe confettura..visto che le marmellate son solo di arance ed agrumi..
Comunque mi scrivo qui perchè ho fatto un macello.
Dunque.
1 marmellata:
Banalissima con
1 kg di prugne dell'orto senza alcunchè di chimico a parte aria ed acqua inquinate...
500 gr di zucchero semolato
1 busta di fruttapec 2:1
il succo di 1 limone
2° marmellata:
idem ma con 250 gr di fruttosio...vediamo se regge
3° marmellata:
CONFETTURA DI PRUGNE UVETTA E PINOLI++
800 gr prugne
1 mela-200 gr-
200 gr fruttosio
succo di 1 limone
cannella un pizzico
1 manciata di pinoli
2 manciate di uvetta
Messo la frutta ben lavata e mondata a pezzetti con tutti ingredienti in macchina del pane e cotta con programma marmellata
----
TUTTE INVASATE BOLLENTI -MI SON PURE SCOTTATA TENENDO I VASETTI IN MANO- IN VASETTI STERILIZZATI IN ACQUA BOLLENTE PER 10' E TENUTI A TESTA IN GIU' FINO A RAFFREDDAMENTO E SOTTO VUOTO.

MARMELATA DI MIELE E PRUGNE
1,700 gr di prugne pulite e snocciolate
succo di 2 limoni
700 gr di miele
2 semi di cardamono tritati
bustina di the verde deteinato

Ho fatto andare tutto a fuoco basso per circa 1 ora, frullando 10 min prima di spegnere.
Invasato bollente.
---
Le ultime due me le sono inventate di sana pianta..le ho assaggiate da bollenti..anche se non si dovrebbe fare..se non altro per non ustionarsi come effettivamente ho fatto io...però non ho resistito.
Son ottime.
Non so se le marmellate con miele e fruttosio soprattutto reggeranno la conservazione...ve lo saprò dire...

TEGLIETTE DI MELANZANE ZUCCHINE E PEPERONI



Noi lo abbiamo mangiato come piatto unico...si può mangiare anche come ricco contorno..ma quando è così ricco io lo trasformo in piatto unico.
Dunque avevo fatto un po' di pesto ed avevo condito la pasta.
Mi è bastato grigliare un po' di verdure..tanto ne ho a migliaia.
I peperoni..come vedete io non li ho spellati..ma è perchè han neanche 24 ore..son presi dalla pianta e mangiati..appena passati sulla griglia..fatti così son digeribili in ogni caso.
Se fossero quelli comperati non so nemmeno se avrei superato l'effetto ascensore che provocano.
Non li digerisco neppure io quelli belli tronfi del supermercato pur non avendo problemi di alcun genere.

TEGLIETTE DI MELANZANE PEPERONI E ZUCCHINE CI
2 buste di melanzane, zucchine e peperoni alla griglia
mozzarella g 250
pesto in vasetto
olio extravergine d'olivasale
pepe
Grigliare le verdure.. Tagliate a fette sottili la mozzarella. Ungete d'olio una teglia da forno (o 4 tegliette individuali)-IO NON HO OLIATO E NON E' SERVITO-. Disponete sul fondo uno strato di melanzane e zucchine e salatele. Fate un altro strato con la mozzarella, quindi cospargete il tutto di pesto. Continuate fino all'esaurimento di tutti gli ingredienti, terminando con la mozzarella. Guarnite la superficie della preparazione con alcune striscioline di peperone grigliato. Salate, pepate, quindi passate nel forno a 200 °C per 10'
NOTE MICHELA:
Io le ho passate al microonde giusto il tempo di far fondere la mozzarella.
Ovvio anche l'occhio vuole la sua parte..se avete dei peperoni rossi o gialli vengono delle belle tegliette belle anche da vedere..come le ho fatte io son solo buone.

PEPE & PEPERONCINO   © 2008. Template Recipes by Emporium Digital

TOP